La UEFA dice che è impossibile collegare la finale di Champions League all'epidemia in Portogallo

scritto TPN/Lusa, in Calcio, Sport, COVID-19, Notizia · 24-06-2021 14:28:00 · 0 Commmenti

L'UEFA oggi ha ritenuto impossibile rilevare se l'epidemia in Portogallo fosse dovuta alla finale della Champions League di calcio a Porto, poiché ha avuto luogo allo stesso tempo del permesso di ingresso per i turisti britannici.

In una conferenza stampa, presso la sede dell'organo di governo del calcio europeo, sulle misure per mitigare la pandemia di Covid-19 attuate durante Euro2020, il direttore medico della manifestazione, Zoran Bahtijarevic, ha capito che "è molto facile puntare il dito sulla finale" tra Chelsea e Manchester City, a Porto.

"Nella stessa settimana, il Portogallo ha iniziato ad aprire [le frontiere] ai turisti britannici. È molto facile puntare il dito contro la finale, ma per quanto ne so tutti i tifosi che hanno viaggiato dal Regno Unito hanno fatto un test PCR e sono entrati allo stadio solo con quello. Non so quanti casi siano direttamente collegati, perché molte cose sono successe allo stesso tempo ed è impossibile sapere perché", ha detto il croato ai giornalisti.

Nella finale di Champions League per la stagione 2020/21, giocata il 29 maggio all'Estádio do Dragão, a Porto, il Chelsea è stato incoronato campione d'Europa per la seconda volta, battendo il Manchester City per 1-0.La città di Porto è stata scelta per sostituire Istanbul, come "palcoscenico" della finale di "Champions", in seguito alle insormontabili difficoltà di viaggio dei tifosi inglesi, tenendo conto che la Turchia faceva parte della "lista rossa" del Regno Unito, viste le restrizioni imposte di fronte alla pandemia di covid-19.Migliaia di tifosi inglesi si sono diretti a Porto per assistere alla finale della più importante competizione europea per club, all'Estádio do Dragão, in un afflusso che ha causato una forte presenza in luoghi come Ribeira, dove c'era disprezzo, oltre a non rispettare le regole come l'uso di una maschera o la distanza sociale. Dopo la fine della partita, due tifosi inglesi sono stati arrestati dalla PSP per aver aggredito agenti di polizia. Alla fine della partita, circa 50 aerei con tifosi delle due squadre sono partiti dall'aeroporto Sá Carneiro verso Londra e Manchester.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.