Più di 4,3 milioni di persone sono state vaccinate contro il Covid-19 in Portogallo, pari al 42% della popolazione residente nel paese.

Secondo l'ultimo rapporto sulle vaccinazioni della Direzione Generale della Sanità (DGS), aggiornato settimanalmente il martedì, da domenica 4.337.479 persone (42%) hanno completato il programma di vaccinazione e 6.213.798 (60%) hanno almeno iniziato la vaccinazione.

I dati si riferiscono alle persone vaccinate dai 16 anni in su.

Il Portogallo ha iniziato la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 il 27 dicembre 2020.

In totale il paese ha ricevuto 11.510.810 dosi e ne ha distribuite 10.694.447.

Le regioni dell'Alentejo e del Centro sono quelle con il processo di vaccinazione più avanzato, rispettivamente con il 49% e il 46% della popolazione con una vaccinazione completa.

Al contrario, l'Algarve e Lisbona e Vale do Tejo continuano ad essere le regioni più indietro nel programma, con solo il 40 per cento della popolazione in entrambe che ha completato il ciclo di vaccinazione.

Per fascia d'età, il 95% (644.821) delle persone di 80 anni e più ha completato la vaccinazione, seguito dall'88% (1.427.955) tra i 65 e i 79 anni e dal 71% (1.538.586) tra i 50 e i 64 anni.

Nella fascia di età tra i 25 e i 49 anni, il 20 per cento delle persone (681.588) ha completato il corso di vaccinazione e il 57 per cento (1.899.241) ha preso almeno una dose.

Tra i giovani dai 18 ai 24 anni, il 5 per cento (42.491) ha completato la vaccinazione e l'8 per cento (62.589) ha iniziato la vaccinazione.

Sempre secondo il rapporto, 3.090 giovani dai 16 ai 17 anni hanno ricevuto almeno una dose e 2.037 la seconda dose. Questi giovani, in particolare con Trisomia 21, sono stati indicati per la vaccinazione (con il vaccino Pfizer/BioNTech) secondo una politica DGS sui gruppi prioritari che è stata aggiornata nel marzo 2021.