Ristrutturazione TAP in attesa di Bruxelles

scritto TPN/Lusa, in Business · 16-07-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Il ministro delle Infrastrutture e degli Alloggi ha detto che i negoziati sul piano di ristrutturazione TAP con la Commissione europea (CE) sono chiusi, sperando che sia approvato da Bruxelles "nei prossimi giorni" o "nelle prossime settimane".

Pedro Nuno Santos ha anche spiegato che TAP "sta attraversando un processo di ristrutturazione, che non ha mai attraversato prima nella sua storia".

"Avevamo quasi 10.000 lavoratori e ne abbiamo, al momento, circa 7.000. Se questa non è una ristrutturazione, cos'è?" ha chiesto il ministro, affermando che l'azienda perderà "un quarto della sua forza lavoro", con la partenza di 2.400 lavoratori.

Il funzionario del governo ha anche sottolineato che, entro dicembre, la compagnia perderà circa due dozzine di aerei.

"TAP, entro la fine dell'anno, avrà 20 aerei in meno rispetto all'inizio del 2020, tra vendite e resi. Siamo passati da 108 a 88 aerei. Oggi abbiamo già meno rotte. Abbiamo una compagnia che ha già ridotto quasi il 25% della sua forza lavoro, abbiamo piloti con tagli salariali del 50%, lavoratori con tagli del 25% nei loro salari, 2.400 lavoratori in meno, meno rotte, meno voli", ha spiegato.

Pedro Nuno Santos ha aggiunto che il governo sta "salvando un'impresa decisiva per l'economia portoghese", con il piano di ristrutturazione della TAP.

Nel dicembre dello scorso anno, il governo ha consegnato alla Commissione Europea (CE) la proposta iniziale del piano di ristrutturazione di TAP, che prevede un aiuto statale di 970 milioni di euro per il prossimo anno.

Il governo ha aggiunto che il documento inviato a Bruxelles "incorpora una trasformazione significativa nel funzionamento" della compagnia aerea, al fine di "garantire la redditività e la sostenibilità" nel "medio termine".

La consegna di questa proposta di piano di ristrutturazione è stata imposta da Bruxelles come condizione per l'approvazione di aiuti di Stato fino a 1,2 miliardi di euro alla compagnia aerea.

A partire da quella data, la compagnia ha avuto sei mesi di tempo per presentare un piano di ristrutturazione che dimostrasse la redditività futura dell'azienda, poiché la Commissione europea ha capito che la compagnia era già in una situazione finanziaria difficile prima della pandemia di covid-19 e quindi non è ammissibile al sostegno specifico per le aziende che stanno subendo gli impatti della crisi sanitaria.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.