Quando le terapie alternative hanno cominciato ad emergere in Occidente, erano spesso viste con sospetto e molti dei terapeuti non erano certificati al 100%. Tuttavia, al giorno d'oggi, alcune cliniche private hanno iniziato a integrare le terapie alternative nella loro pratica clinica, grazie ai loro risultati comprovati, alla certificazione e alla crescente credibilità.

Questo è ciò che sta abbracciando Jorge Martins, socio dirigente della AntiAging Clinic di Praia da Marina, una nuova clinica che ha iniziato con due concetti: approccio medico convenzionale e benessere.

"Ora che le aree sono adeguatamente autorizzate, con specifici requisiti legali da rispettare, studi con fatti provati e informazioni specifiche, anche il pubblico sta aumentando il suo livello di fiducia", ha detto a The Portugal News.

Il settanta per cento dei loro clienti sono stranieri, quindi sono abituati a lavorare con nativi portoghesi e stranieri, il che ha dimostrato Jorge Martins, attraverso la sua esperienza, che il livello di fiducia nelle terapie alternative è più alto nella comunità straniera, che sono più abituati a questi approcci in alcuni dei loro paesi, in cui l'integrazione di entrambe le pratiche è più comune.

"È normale in alcune parti del mondo avere un fisioterapista e anche un osteopata autorizzato, per esempio, o un chiropratico, queste sono aree che in altri paesi sono più integrate e quindi la mentalità del pubblico straniero è anche più aperta", ha detto Jorge Martins a The Portugal News.

Tra le terapie alternative più popolari al momento ci sono la chiropratica, l'agopuntura, la medicina cinese, i massaggi e il drenaggio linfatico manuale.

Il meglio dei due mondi

Come abbiamo detto, la clinica ha due lati, la componente medica, che è la loro attività principale (che è fortemente basata sulla chirurgia plastica, medicina estetica, chirurgia dei capelli e molte altre nuove consultazioni mediche), e una componente di benessere, più legata ai terapisti alternativi, con circa 15 specialità.

Prima, ha detto, hanno iniziato a lavorare con la chirurgia plastica, poi con la medicina estetica, ma nel corso degli anni Jorge Martins e il suo team si sono resi conto di quanto valore possano portare alla clinica nuove aree diverse, perché tutte partecipano al processo, come nel caso, per esempio, della nutrizione, dell'analisi clinica e delle terapie del benessere.

Al momento, l'agopuntura e la medicina tradizionale cinese stanno vedendo un'impennata nella domanda: "In queste aree specifiche abbiamo la dottoressa Ana Lares, che è un'anestesista ma ha finito per seguire un corso di agopuntura e medicina tradizionale cinese. Lei crede che queste terapie mediche sanitarie e alternative possano completarsi molto bene. Come anestesista dà consulenze sul dolore e come terapeuta usa anche le sue conoscenze di medicina tradizionale cinese e agopuntura (aree in cui si è anche laureata) per il trattamento del dolore, offrendo un trattamento molto completo".

La preoccupazione anti-invecchiamento

L'anti-aging, il concetto che dà il nome alla clinica, deriva da 14 anni di lavoro nell'area medica in Algarve - principalmente in chirurgia plastica e medicina estetica - e dal riconoscimento dell'importanza dell'invecchiamento con la qualità della vita. Attualmente, con l'aumento dell'aspettativa di vita, questo non è mai stato così importante.

"A tutti piacerebbe vivere tra i 100 e i 120 anni, ma se non avessimo qualità di vita a 70 anni, l'interesse a passare 30 anni in un letto non esisterebbe. Questo non si ottiene se non c'è una prevenzione e una promozione dell'anti-invecchiamento in generale", ha evidenziato.

In questa prospettiva di prevenzione anti-invecchiamento, il benessere è un ingrediente perfetto per unirsi al mix: "Per esempio, la dottoressa Bianca Toebben, un medico con cui abbiamo lavorato, nelle consultazioni di medicina preventiva anti-invecchiamento, di solito combina il suo approccio medico con una terapeutica alternativa, per esempio l'osteopatia. La clinica ha questa versatilità - un ambiente dove possiamo combinare varie aree, come le terapie convenzionali e quelle alternative, al fine di fornire diversi tipi di soluzioni ai nostri clienti", ha spiegato Jorge Martins.

"Le terapie alternative, come altre pratiche mediche, mirano a migliorare la qualità della nostra vita e attraverso il miglioramento della qualità della vita stiamo estendendo la nostra longevità. Tutto ciò che previene le malattie e promuove uno stile di vita sano contribuisce al processo di anti-invecchiamento, che è il nostro obiettivo principale", ha sottolineato.

Inoltre, la pandemia ha anche portato qualcosa di nuovo - una nuova consapevolezza globale, la gente vuole sentirsi più sana e fisicamente preparata ad affrontare qualsiasi problema.

"La gente ora vuole fare qualcosa per se stessa, in particolare a livello sportivo. Ho visto una maggiore richiesta di allenamento personalizzato. Non esercizi di bodybuilding, ma esercizi fisici per migliorare la nostra salute", ha detto Jorge, ammettendo che forse la chiusura delle palestre e la paura di alcuni clienti nei confronti delle palestre potrebbero contribuire a questa tendenza crescente.

Terapie alternative: cosa è cambiato?

All'inizio, quando le nuove terapie alternative cominciarono ad apparire, molte persone erano scettiche sui loro benefici, ma oggi le cose stanno cambiando e Jorge crede che nei prossimi anni il prossimo passo sarà l'integrazione.

"Nel corso degli anni, credo che ci sarà una maggiore integrazione di queste due aree, anche nella pratica ospedaliera, perché sono tecniche riconosciute, con risultati qualificati. Pertanto, credo che nel corso degli anni e con il dovuto accreditamento di tutti i tecnici, alcune di queste tecniche che sono attualmente in altri paesi saranno alla fine integrate nei servizi pubblici", ha concluso.