Nella prima metà di quest'anno, Caixa Geral de Depósitos (CGD),BCP, BPI, Santander Totta e Novo Banco hanno perso 240 filiali in Portogallo rispetto allo stesso periodo del 2020.

Alla fine di giugno dello scorso anno, le banche insieme avevano 2.343 filiali, vedendo quel numero ridotto in un anno a 2.103.

A metà di quest'anno, BPI aveva 386 filiali, CGD 543, Santander Totta 368, Novo Banco 348 e BCP 458.

Per quanto riguarda i dipendenti, la riduzione è stata di 1.474 persone nelle cinque maggiori banche che operano in Portogallo.

Alla fine di giugno 2020, i cinque maggiori istituti avevano un totale di 29.701 dipendenti, e un anno dopo questo numero è sceso a 28.227, confermando la tendenza degli ultimi anni.

Alla fine del primo semestre, in Portogallo, CGD aveva 6.515 dipendenti, Santander Totta 5.765, BCP 6.937, BPI 4.562 e Novo Banco 4.448.

Le cinque principali banche che operano in Portogallo hanno registrato profitti aggregati di 708,4 milioni di euro nel primo semestre, con la BCP che è stata la più piccola contribuente.