Secondo la guida 009/2021 pubblicata il 27 agosto dall'autorità sanitaria nazionale sul suo sito ufficiale: "il riferimento per il pubblico nelle panchine con posti a sedere individuali è del 50% esclusa la prima fila" accanto al campo da gioco. Allo stesso tempo, "l'occupazione dei posti deve essere fatta con uno spazio tra gli spettatori".

La DGS continua a sconsigliare qualsiasi contatto tra gli spettatori e gli altri partecipanti all'evento sportivo e raccomanda anche che i posti non occupati "devono avere cartelli che vietano la loro occupazione" da parte del pubblico negli stadi e nei padiglioni, oltre all'obbligo di indossare maschere all'interno di questi spazi.

L'accesso alle sedi, ogni volta che il numero di spettatori supera i 1000, in un ambiente aperto, o superiore a 500, al chiuso, continuerà a richiedere la presentazione del certificato digitale di vaccinazione completa o test con un risultato negativo per il virus.

Tuttavia, la Federazione calcistica portoghese (FPF) ha già confermato che la guida della DGS sarà seguita "con effetto immediato" nelle competizioni che organizza.