João Paulo Gomes, che lavora presso l'Istituto Nazionale della Salute del Dottor Ricardo Jorge (Insa), è intervenuto alla sessione di presentazione "Situazione epidemiologica del covid-19 in Portogallo", presso la sede dell'Infarmed - Autorità Nazionale per i Farmaci e i Prodotti Sanitari, a Lisbona.

Secondo l'esperto, "mentre ci sono grandi squilibri" nel mondo nella vaccinazione contro il Covid-19 - con paesi con un basso tasso di immunizzazione - "è più che normale che appaiano nuove varianti" della SARS-CoV-2.

Come risultato di questo squilibrio nella vaccinazione su scala globale, "l'emergere di nuove varianti è previsto" anche in paesi come il Portogallo, dove c'è un "alto tasso di vaccinazione" contro il Covid-19, ha notato João Paulo Gomes.

Il ricercatore dell'Insa ha spiegato che nei paesi con bassi tassi di vaccinazione ci sono "più virus in circolazione" che portano alla "comparsa di nuove varianti".

Attualmente, la variante Delta della SARS-CoV-2, la più contagiosa di tutte e considerata preoccupante dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, domina su scala globale, anche in Portogallo.