Lo chef Henrique Sá Pessoa ("Alma", Lisbona) ha conquistato la prima posizione tra gli chef portoghesi con un 38° posto nella lista che è stata superata dallo chef spagnolo Dabiz Muñoz ("DiverXo", Madrid).

È la prima volta che Sá Pessoa compare nella lista, che gli ha anche conferito il Best Chef New Entry Award, che onora lo chef che raggiunge il punteggio più alto tra tutti i nuovi candidati.

José Avillez ("Belcanto", due stelle Michelin, Lisbona, e una dozzina di altri ristoranti in Portogallo) è l'altro chef portoghese vicino alla cima della classifica, essendo posizionato al 44° posto, rispetto al 70° del 2020.

Alla presentazione dei premi, che si è tenuta ad Amsterdam, Sá Pessoa ha sottolineato il significato di ricevere questo premio ad Amsterdam, rivelando che si prepara ad aprire a novembre un nuovo ristorante ('ARCA') nella capitale dei Paesi Bassi. Sá Pessoa ha anche preso il tempo per ringraziare la sua squadra, notando che questi sono stati "tempi difficili per tutti e in particolare per i ristoranti".

"Sono felice", ha detto, "è senza dubbio un premio molto speciale e uno dei momenti più alti" della mia carriera.

Sá Pessoa ha anche sottolineato che questi premi sono positivi anche per il Portogallo, con diversi chef con ristoranti nel paese tra i primi 50.

Anche l'austriaco Hans Neuner ('Ocean', due stelle Michelin, Porches, Algarve) ha scalato la classifica quest'anno, passando dal 69° al 50° posto.

Sempre con ristoranti in Portogallo, gli spagnoli Martin Berasategui ('Fifty Seconds', Lisbona, una stella) e Eneko Atxa ('Eneko Lisbon', una stella) erano rispettivamente al 28° (37° nel 2020) e 31° .º (17° nel 2020).

Mentre Dabiz Muñoz ('DiverXo', tre stelle) ha vinto il titolo di miglior cuoco, lo chef Björn Frantzén del Frantzén di Stoccolma è arrivato al secondo posto e prende il premio come miglior chef votato dagli chef. Per completare i primi tre, Andoni Luis Aduriz di Mugaritz a San Sebastián fa un enorme salto dalla sua precedente 45esima posizione nella lista dell'anno scorso, al numero 3.