In una dichiarazione rilasciata oggi, la Direzione Generale delle Risorse Naturali, della Sicurezza e dei Servizi Marittimi (DGRM) riferisce che "il primo episodio ha avuto luogo sulla costa occidentale degli Stati Uniti, il 10 novembre, intorno alle 2:00 del mattino ora locale, in cui la portarinfuse 'Nordrubicon', battente bandiera portoghese, è stata richiesta dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti per fornire assistenza e partecipare alle operazioni di ricerca e soccorso a una nave in difficoltà nelle vicinanze".

La DGRM afferma che si trattava di "una situazione di incendio a bordo, con la nave di bandiera portoghese che ha salvato prima tre persone, che erano già a bordo della zattera di salvataggio" e poi altre quattro persone più tardi, che avevano abbandonato la nave.

"Tutti i sette occupanti, che costituivano l'equipaggio della nave in difficoltà, sono stati raccolti in sicurezza a bordo della nave 'Nordrubicon'", dice il comunicato.

Il secondo episodio è avvenuto nel pomeriggio, sempre del 10 novembre, a sud del Portogallo, circa 50 miglia a sud di Vila Real de Santo António, con la nave di bandiera portoghese 'Perseus' che ha rilevato una piccola imbarcazione di legno con 37 persone a bordo e ha dato l'allarme alle autorità portoghesi.

La DGRM indica che "la nave di bandiera portoghese ha fornito l'assistenza necessaria fino all'arrivo della marina portoghese" e le 37 persone sono state salvate e portate al sicuro nel porto di Portimão.

In entrambi i casi, le due navi del registro navale internazionale di Madeira erano le più vicine alle navi che avevano bisogno di assistenza.

"Come era loro dovere, secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, hanno fornito l'assistenza necessaria e tutte le 44 persone sono state salvate in sicurezza", dice la DGRM, aggiungendo che "hanno già indirizzato i ringraziamenti ai due armatori, lodando lo sforzo e le eccellenti collaborazioni con le autorità competenti per il soccorso in mare".