Il Black Friday e il GivingTuesday sono due giorni con significati completamente diversi, il cui unico punto in comune è il fatto che entrambi sono nati negli Stati Uniti, ma si sono diffusi in tutto il mondo e sono attualmente tendenze globali.

Il Black Friday, che ha luogo il 26 novembre, è caratterizzato da saldi che permettono ai consumatori di acquistare beni a prezzi inferiori. A sua volta, il GivingTuesday è nato dal bisogno di opporsi al consumismo che si vede ogni anno durante il Black Friday. Invece, GivingTuesday, il 30 ottobre, mira a ispirare le persone a restituire donando il loro denaro, beni, tempo o anche sangue.

Venerdì nero del 26 novembre

Influenzato dalla cultura nordamericana, questo fenomeno è iniziato in Portogallo circa un decennio fa ed è qui per rimanere, offrendo ai consumatori la possibilità di acquistare prodotti a prezzi ridotti, con la possibilità di usufruire di grandi sconti.

Quest'anno, al Black Friday partecipano quasi tutti i commercianti del Portogallo e promuovono i saldi il giorno dopo il Ringraziamento anche senza che questa festa abbia luogo in Portogallo, dato che inizia effettivamente la stagione dello shopping natalizio, essendo una delle campagne più importanti per le imprese dei marchi.

Per quanto riguarda l'origine, nessuno sa con certezza perché si chiama Black Friday. Una delle storie dietro questa tradizione è legata al lavoro degli schiavi nel 1800, quando apparentemente i proprietari di fattorie potevano comprare lavoratori schiavi "a prezzo scontato" il giorno dopo il Ringraziamento. Tuttavia, ci sono altre storie dietro il Black Friday, come quella che racconta che dopo un anno in cui i negozi erano in perdita (in rosso nella contabilità), hanno iniziato a fare profitti (sono andati in nero) grazie alle alte vendite dopo la festa del Ringraziamento.

Il Black Friday "non ha più senso"

Secondo uno studio promosso da Portal da Queixa, il 75 per cento dei consumatori in Portogallo ha dichiarato che il Venerdì Nero non ha più senso, dato che ci sono vendite durante tutto l'anno.

Tuttavia, il 50,80% degli intervistati ha detto che spesso aspetta questo giorno per fare i suoi acquisti. Per questi consumatori, la tecnologia è una priorità assoluta, seguita da prodotti di moda e accessori.

Infatti, invece di approfittare dei saldi, ci sono sempre più persone che preferiscono spendere i loro soldi in azioni di solidarietà, come donare a un ente di beneficenza in difficoltà.

Andare in azione il 30 novembre

Per combattere la tendenza al consumismo rappresentata dal Black Friday, nel 2012 è nato negli Stati Uniti il nuovo "Black Friday" della solidarietà. "Il movimento è nato dalla disapprovazione del Black Friday, ma oggi è molto di più, l'obiettivo è aumentare la generosità durante tutto l'anno", ha detto Sofia Mascarenhas, Global Leader di GivingTuesday Portugal.

"GivingTuesday, il più grande movimento di solidarietà del mondo, è ufficialmente osservato in più di 70 paesi e si celebra un giorno all'anno alla stessa ora in tutto il mondo, sempre il primo martedì dopo il Black Friday. Nel 2020, questo movimento negli Stati Uniti ha rappresentato 2,47 miliardi di dollari donati a cause sociali", ha detto a The Portugal News.

Quest'anno, GivingTuesday ha un nuovo motto: "Tu ed io insieme cambiamo il mondo. I grandi cambiamenti possono iniziare con piccoli gesti. A volte basta un sorriso per cambiare la vita di qualcuno e cambiare il mondo".

Secondo Sofia Mascarenhas: "GivingTuesday è la più grande catena di solidarietà in tutto il pianeta" e viene celebrata in Portogallo da tre anni.

Come posso aiutare?

Secondo Sofia, le persone possono visitare il sito web di GivingTuesday - che siano aziende o individui - e scegliere l'associazione che vogliono aiutare e come vogliono farlo. Poi, attraverso i loro interessi personali, possono trovare l'associazione che significa di più per loro.

A volte questo è l'inizio di una relazione con un'associazione: "Abbiamo storie che ci motivano, in particolare dalle piccole associazioni. Diventano molto felici perché diamo loro una visibilità che prima non avevano. Per loro non è così facile raccogliere risorse", ha detto a The Portugal News.

Se vuoi aiutare un'associazione portoghese martedì prossimo, dai un'occhiata a: https://www.givingtuesday.pt/