Questa decisione della corte d'appello ha confermato la condanna degli ispettori Duarte Laja e Luís Silva e ha aumentato la pena detentiva applicata all'ispettore Bruno Sousa.

Nella lettura della sentenza di primo grado, emessa il 10 maggio dal presidente Rui Coelho, gli imputati Duarte Laja e Luís Silva erano stati condannati a nove anni di prigione, mentre l'imputato Bruno Sousa ha ricevuto una condanna a sette anni di prigione per il reato di offesa grave qualificata all'integrità fisica.

Contattato da Lusa, l'avvocato della famiglia del cittadino ucraino morto nel marzo 2020 all'aeroporto Humberto Delgado, a Lisbona, José Gaspar Schwalbach ha considerato "positivo che il tribunale di Lisbona abbia equiparato la responsabilità a tutti gli imputati", applicando ai tre ex ufficiali la stessa durata della pena (nove anni).