Il direttore nazionale del PJ ha detto che un centinaio di nuovi ispettori hanno già completato la loro formazione e che l'istituzione sarà "meglio in grado di assumere tutte le responsabilità nella lotta contro la corruzione".

"Il 10 gennaio inizieremo il 44° corso di formazione per altri 100 nuovi ispettori. Entro la fine del 2022 speriamo di avere altri 70 agenti da aggiungere a questi 200, nel 45° corso. Questo è un rinforzo unico nel PJ", ha sottolineato Luís Neves.

Il direttore nazionale del PJ ha anche evidenziato il rafforzamento della formazione in aree rilevanti per la lotta alla corruzione e al crimine economico-finanziario e ha spiegato che "una parte sostanziale delle risorse che d'ora in poi saranno assegnate all'istituzione" sarà diretta alla lotta alla corruzione e alla criminalità informatica.

"Accelereremo la formazione in diritto bancario, appalti pubblici, riciclaggio di denaro, uso di offshores, diritto sportivo, evasione fiscale e uso di criptovalute. Quando si parla di corruzione e di crimine economico-finanziario associato, siamo tutti vittime", ha detto.