"Nel Portogallo continentale, il mese di novembre 2021 è stato classificato come molto freddo e molto secco", dice il bollettino climatico dell'IPMA.

Secondo il bollettino, il mese di novembre ha registrato una temperatura media dell'aria di 11,17 gradi centigradi, con la temperatura più bassa di novembre dal 2008 (9,95 °C).

Il documento sottolinea anche che il valore medio della temperatura minima "è stato molto più basso del valore normale", essendo l'11° più basso dal 1931 e il 4° più basso dal 2000.

"Durante il mese c'è stata una certa variabilità nei valori medi della temperatura dell'aria. Tuttavia, spiccano i valori giornalieri della temperatura minima giornaliera dell'aria, che sono quasi sempre inferiori al valore medio mensile. Degno di nota è anche il calo della temperatura (massima, media e minima) a partire dal 22, con il 28 che mostra le maggiori deviazioni dalla normalità mensile a partire dal 22", aggiunge l'IPMA.

L'IPMA riferisce anche che il novembre 2021 è stato il terzo più secco degli ultimi 90 anni, appena dietro il 1981 e il 1958 in termini di precipitazioni minime.

"La quantità media di precipitazioni di novembre, 18,9 millimetri, è stata molto inferiore al valore normale 1971-2000, corrispondente al 17%. Durante il mese ci sono state precipitazioni significative solo nei giorni 1 - 3 e 20 - 21", indica il rapporto, notando che, in quest'ultimo periodo, si sono registrati in Algarve rovesci localmente forti, accompagnati da temporali, caduta di grandine e vento forte.

Lo stesso documento rivela anche che alla fine di novembre c'è stato "un aumento significativo dell'area di siccità meteorologica in tutto il territorio", evidenziando l'aumento dell'intensità della siccità nella regione meridionale, con alcune località nei distretti di Setúbal, Beja e Faro "nella classe di siccità grave".

Secondo il rapporto, più della metà del paese (61,6%) è in siccità lieve, il 17,7% in siccità moderata e il 12,6% in siccità grave.