Tutti ne abbiamo uno - o più - e sono qualcosa di cui non parliamo tutti i giorni. Hanno uno scopo e hanno vari nomi - il trono, il pantano, il cesso, la testa, la lattina, la latrina, il cesso - e probabilmente alcuni altri che sono un po' indelicati da elencare qui.

Non ho intenzione di darvi una storia dettagliata di loro qui, ma potreste considerare questo come una versione "in vaso"!

Nell'antichità, le persone si accovacciavano e facevano i loro bisogni nei cespugli, e le prime testimonianze di servizi igienici semplici come tali vengono dalla Mesopotamia, alla fine del quarto millennio a.C. Questi affari senza risciacquo erano fosse profonde circa 4,5 metri, foderate con una pila di cilindri di ceramica cavi di circa 1 metro di diametro. Gli utenti si sarebbero seduti o accovacciati sopra la toilette, e gli escrementi sarebbero rimasti all'interno dei cilindri con i liquidi che filtravano verso l'esterno attraverso le perforazioni degli anelli. (Riuscite a immaginare l'odore?)

Circa 1.000 anni dopo, i minoici sull'isola di Creta nel Mediterraneo migliorarono il bagno aggiungendo la capacità di tirare lo sciacquone - anche se solo per l'élite. Il primo esempio conosciuto si trovava nel palazzo di Cnosso, e l'acqua veniva usata per lavare i rifiuti della toilette nel sistema fognario del palazzo, e apparentemente le latrine primitive che utilizzavano un flusso costante di acqua per portare via i rifiuti risalgono ad almeno 5.000 anni fa.

Le latrine pubbliche romane assomigliavano molto a quelle greche: stanze rivestite di sedili di pietra o di legno posizionati sopra una fogna. Non ci sono segni di barriere tra i sedili del bagno, ma le persone probabilmente avevano una certa privacy grazie ai loro abiti lunghi e alle finestre limitate. Potrebbe anche essere stato un evento sociale!

I romani percepivano i demoni dappertutto, e alcuni testi romani fanno riferimento a quelli che si annidavano nelle toilette. I demoni potevano lanciare un incantesimo su di te, si diceva, e quando hai questo incantesimo muori o ti ammali. Non c'è da stupirsi, non erano i posti più salutari, con l'acqua piena di escrementi che scorreva verso l'alto durante le inondazioni. Anche i gas esplosivi potevano essere un problema, ed era possibile che si potesse entrare e vedere effettivamente una fiamma scoppiare da uno di quei buchi a causa dei gas metano che si accumulavano nella fogna sotto il gabinetto. (Sì, vedo anche l'immagine!)

I gabinetti moderni con scarico sono stati descritti già nel 1596 da Sir John Harington, un cortigiano inglese e figlioccio della regina Elisabetta I. Il suo dispositivo prevedeva una ciotola ovale profonda 2 piedi impermeabilizzata con pece, resina e cera e alimentata dall'acqua di una cisterna al piano superiore. Sciacquare la pentola di Harington richiedeva 7,5 galloni d'acqua, un vero e proprio torrente nell'era precedente all'impianto idraulico interno. Harington ha notato che quando l'acqua era scarsa, fino a 20 persone potevano usare il suo commode tra uno sciacquo e l'altro!

Nel 1775 l'inventore scozzese Alexander Cumming ottenne il primo brevetto per uno sciacquone. La sua più grande innovazione fu il tubo a forma di S sotto la tazza che usava l'acqua per creare un sigillo che impediva ai gas di fogna di entrare attraverso il gabinetto.

Il nome di Thomas Crapper viene sempre in mente in relazione ai gabinetti - era un impresario idraulico londinese del 19° secolo che produsse una delle prime linee di successo di gabinetti a sciacquone. Crapper non ha inventato il gabinetto, ma ha sviluppato il ballcock, un meccanismo di riempimento del serbatoio migliorato usato ancora oggi nei gabinetti.

I giapponesi sono ora avanti con i loro smart toilet, costruiti con tecnologia intelligente, e questi stanno iniziando ad essere usati dai disabili. In parole povere, questo significa che le toilette intelligenti possono interagire con il loro utente attraverso l'accesso con controllo remoto. Con la pressione di un pulsante, si può tirare lo sciacquone, spruzzare e asciugare! Questa toilette high-tech è il sistema di toilette più avanzato del mondo. Con un telecomando, possono spruzzare, asciugare, fermare, deodorare e autopulirsi, hanno una luce notturna incorporata e sono a risparmio energetico.

Servizi igienici ad alta tecnologia

Sembra fantastico - finché qualcuno non se ne va con il telecomando, o lo fa cadere nel cesso!