Di tutti i cambiamenti introdotti, alcuni riguardano DECO, poiché questi emendamenti aprono la possibilità di fissare i prezzi. Le modifiche, che entrano in vigore questo mese, cercano di rispondere alle nuove sfide affrontate con la crescita dei modelli di business del turismo online e si concentrano su tre regimi giuridici, secondo DECO.

- Nei fornitori di beni o servizi di alloggio in spazi turistici o alloggi locali, la revisione del regime di concorrenza vieta gli accordi che consistono nello stabilire che l'altra parte non può offrire prezzi migliori o migliori condizioni di servizio per la vendita dello stesso bene di quelli praticati da un intermediario su una piattaforma elettronica;

- La revisione del regime delle clausole contrattuali standard, introducendo il divieto di clausole che stabiliscono commissioni di remunerazione eccessive o clausole discriminatorie.

- La revisione del regime delle pratiche commerciali restrittive individuali che proibisce e sanziona la vendita di beni o servizi di alloggio turistico, attraverso una piattaforma elettronica, a un'impresa o a un consumatore per un prezzo inferiore a quello dell'accordo al dettaglio con il fornitore del bene o del servizio.

Inoltre, DECO critica l'ultimo emendamento in quanto l'introduzione di questa regola arriva senza problemi e permette la fissazione dei prezzi vietata dalle regole della concorrenza. DECO ha dichiarato "che l'imposizione del prezzo di rivendita limita la libertà commerciale e permette la fissazione dei prezzi, impedendo il buon funzionamento del mercato e impedendo agli operatori economici di praticare prezzi migliori per i consumatori".

Per ulteriori informazioni, si prega di dare un'occhiata al sito web di DECO:https://deco.pt/ o chiamare il numero 289 863 103 o l'emaildeco.algarve@deco.pt