Sono stato sorpreso di scoprire che ci sono i lupi in Portogallo, anche se non credo che uno di loro si presenterà alla mia porta di casa qui nel sud, ma si possono ancora trovare nel nord e nelle zone centrali del paese. Sono attivi soprattutto di notte, evitando il contatto con gli esseri umani, che sono probabilmente il loro più grande predatore. Poiché i lupi sono animali selvatici, daranno la caccia a qualsiasi preda, compresi polli, pecore e qualsiasi animale domestico, e gli agricoltori giustamente li volevano fuori dalle loro terre. Ma ora, il lupo iberico, che è stato minacciato di estinzione, è stato protetto per legge dal 1988 in Portogallo.

Nel 1907 è stato descritto come una sottospecie del lupo grigio, con il nome scientifico Canis lupus signatus - il lupo iberico, e secondo l'UK Wolf Preservation Trust, i lupi che si trovano in Portogallo e Spagna formano un'unica popolazione. Si stima che ci siano circa 300 branchi da riproduzione in Spagna, e solo 50-60 in Portogallo.

Una volta i lupi erano numerosi in Portogallo, ma dal 1910 la popolazione era in declino, poiché non solo hanno subito la perdita dell'habitat, ma alcune delle loro specie di prede preferite si sono estinte. Gli studi stimano che la popolazione di lupi in Portogallo sia tra i 250-300 animali, presenti solo nel nord e nel centro del paese - corrispondenti al 30% della sua gamma originale. In confronto, la Romania ha la più grande popolazione di lupi in Europa, stimata a 2.500.

Per saperne di più sui lupi

Le creature stesse non sono molto più grandi di un grosso cane, le femmine pesano circa 25-35 kg e i maschi circa 35-55 kg.

Sono mangiatori di carne, e infatti giocano un ruolo importante nel controllo dei cinghiali, ma mangiano anche cervi e conigli selvatici - opportunisti anche, che mangiano volentieri qualsiasi carogna (animali morti) che trovano mentre vagano.

Vivono in piccoli branchi di fino a 7 membri, e il loro habitat preferito sono i paesaggi rudi e boscosi per sfuggire all'uomo. Tuttavia, è possibile che possano abitare tutti i tipi di habitat, dalle zone di montagna a quelle agricole.

Il maschio e la femmina dominanti sono gli unici membri del branco che possono riprodursi, e sono solitamente monogami, spesso formando un legame di coppia che dura tutta la vita, con il resto del branco composto da altri "immigrati" non imparentati e da subadulti degli anni precedenti. La femmina entra in stagione una volta all'anno e, una volta incinta, il suo periodo di gestazione è tra i 60 e i 65 giorni. Quattro o cinque cuccioli nascono in una tana scavata dalla femmina, o in una grotta o in un altro buco, e i cuccioli nascono ciechi, con gli occhi chiusi fino all'età di 12-15 giorni. La femmina rimane costantemente con loro per le prime 3 settimane, con il suo compagno e altri membri del branco che le portano il cibo. I cuccioli rimangono nella tana fino all'età di 8-10 settimane e vengono nutriti con cibo rigurgitato da tutti i membri del branco fino all'età di circa 45 giorni, quando iniziano a mangiare carne da soli. La maggior parte dei giovani lupi si disperde dai loro branchi familiari quando hanno 2 o 3 anni.

Territoriale

Sono estremamente territoriali, e i branchi di solito difendono aree enormi tra i 100 e i 500 km2, lavorando insieme per cacciare, allevare i loro piccoli e proteggere il loro territorio.

Ai lupi piace giocare e, per i cuccioli, il gioco è un modo importante per imparare le abilità di cui avranno bisogno per cacciare e comunicare.

In apparenza, hanno un mantello marroncino, di colore variabile dal grigio chiaro al marrone rossiccio. Alcune curiosità: l'udito di un lupo è 16 volte più acuto di quello di un uomo, ha bisogno di circa 3 kg di carne al giorno, ma può digiunare per diversi giorni quando il cibo non è disponibile e può correre a velocità fino a 50 km all'ora se necessario. Il loro urlo incalzante è il loro modo di comunicare tra di loro, forse la loro posizione, gli avvertimenti sui predatori, ecc.

Con una bocca piena di 42 denti di quattro tipi diversi, sono capaci di strappare, rosicchiare, forare e schiacciare - non è qualcosa di cui ci si può fidare con i propri polli!