Questo è un museo dedicato al computer Spectrum, sviluppato in Inghilterra. L'idea di creare questo spazio è venuta a João Diogo Ramos.

L'apertura del museo nasce non solo dalla passione di João Diogo Ramos per il settore, ma anche dall'importanza storica che il computer Spectrum degli anni '80 ha in Portogallo. Secondo il fondatore del museo, il computer è nella memoria delle generazioni dell'epoca in Portogallo, e potrebbero essere stati "i primi computer nelle case della gente". Il dispositivo diventa ancora più importante perché è apparso in un periodo in cui molte case in Portogallo non avevano un televisore, o se le famiglie ne avevano uno c'erano solo due canali televisivi trasmessi.

Una storia da onorare

João Diogo Ramos si considera un imprenditore, come tale, ha pensato che "questa storia meritava di essere onorata", non solo per il gusto della gente per lo Spectrum ma anche per far conoscere, a coloro che non lo sanno, un dispositivo che ha attraversato le generazioni e ha fornito buoni risultati, e ricordi, per molte persone. I materiali esposti sono il risultato di una vasta collezione di prodotti realizzati dal fondatore del museo di Cantanhede. La mancanza di spazio nella sua zona gli ha dato due opzioni: o iniziava a vendere i materiali della sua collezione, o trovava un partner che lo aiutasse a rendere disponibile al pubblico tutto ciò che aveva raccolto.

Fu scelta la città di Cantanhede, soprattutto per motivi personali. João Diogo Ramos è nato a Cantanhede ed è in questa città che ha trascorso la maggior parte della sua vita. Sfuggire alla centralizzazione delle due metropoli portoghesi era anche un obiettivo. Pertanto, Coimbra e Cantanhede sarebbero state le due città per considerare l'apertura del museo Load ZX Spectrum. João Diogo Ramos contattò l'Università di Coimbra che "aveva altre preoccupazioni" e non diede l'attenzione attesa, ma con il Comune di Cantanhede il progetto iniziò a prendere un'altra direzione.

Nonostante la lunga attesa per il primo incontro, fu valutato l'interesse del pubblico per una mostra definitiva che si concentrasse sul computer inglese e la sua storia in Portogallo. Fu quindi organizzata una mostra temporanea che "attirò migliaia di persone" e vari media. Dopo il successo della mostra, il consiglio ha ceduto lo spazio di una vecchia scuola per il montaggio della mostra definitiva del Museo del Carico ZX Spectrum.

Museo del computer

Il museo

Chi visita il museo avrà molto da esplorare. Il circuito è diviso in tre spazi e "inizia con una sezione dedicata a Clive Sinclair", il creatore del computer Spectrum. Questa sezione finisce per avere una connessione con il presente perché, secondo quanto detto da João Diogo Ramos a The Portugal News, dispositivi recenti come gli smartphone utilizzano materiali e tecniche dell'epoca della creazione dello Spectrum.

In una seconda sezione, c'è la ricreazione di una stanza portoghese degli anni '80 con vari elementi legati all'epoca, dai dipinti ai dispositivi elettronici. C'è una stanza piena di televisori "con i contenuti delle interviste di Sinclair" e c'è anche un "diagramma temporale con tutti i computer". Chi visita il museo non potrà solo osservare il materiale esposto, João Diogo Ramos permette ai visitatori di usare i computer disponibili.

João Diogo Ramos prevede di espandere lo spazio e aggiungere "un'ulteriore sala giochi", simile alle sale giochi degli anni '80 e aggiungere "cose come la realtà virtuale". Nuove partnership dovrebbero essere stabilite, soprattutto con le scuole.

Il museo è la seconda attrazione più visitata a Cantanhede, ricevendo circa 90 visitatori al mese.