In Loco è un'associazione senza scopo di lucro in Algarve che è stata fondata nel 1988 con l'obiettivo di "promuovere lo sviluppo locale per migliorare la qualità della vita come visione generale in un mondo coinvolto, attento e sostenibile".

Lo scopo della guida

La guida è stata lanciata per promuovere modelli di fornitura locale di mense scolastiche nell'ambito di un progetto che mira a portare le entità responsabili dei menu nelle scuole a sostenere i produttori locali.

"È stata prodotta per sostenere gli enti nel prendere posizione nel ridurre l'impatto sul pianeta consumando localmente e abbassando i circuiti di prossimità, guardando specificamente alle mense e a come questi enti possono diventare consumatori più responsabili e informati, ma anche per sensibilizzare e convincere i locali a diventare più consapevoli".

Hanno anche prodotto una seconda guida da affiancare a questa, chiamata "Consumare localmente", che copre i vantaggi di consumare localmente e come valutare il proprio profilo di consumo alimentare: "Spiega anche perché si dovrebbe optare per i produttori di alimenti locali che si trovano sulla porta di casa". I vantaggi includono: "la conservazione dell'identità, la sostenibilità dell'economia locale così come dal punto di vista ambientale e agricolo e che il sapore e la qualità possono essere certificati da voi".

Vânia Martins mi ha detto che "queste due guide sono state create in progetti diversi, ma sono sotto lo stesso ombrello, e che In Loco ha una lunga storia con l'attuazione di sistemi alimentari sostenibili", che ha spiegato ulteriormente, significa che "sono sistemi che si basano su circuiti di prossimità in cui la distanza che il luogo di produzione del cibo a dove viene consumato è molto breve. Questo lo rende anche più sostenibile perché è prodotto in piccole quantità che spesso utilizza metodi agricoli più responsabili e sostenibili".

Ha aggiunto che "i produttori locali hanno un minore impatto ambientale, quando si tratta di pratiche più sostenibili, l'agricoltura su piccola scala e anche l'impatto sociale di promuovere non solo la conservazione del paesaggio e l'agricoltura attiva dei territori, ma anche sostenere le agricolture locali a livello economico e quindi è un contributo all'economia locale e alla sostenibilità locale."

Gli attuali modelli di fornitura delle mense

Vânia ha spiegato che "quello che purtroppo succede nella normale fornitura di mense, è che poche mense usano prodotti locali e che chi gestisce le mense cerca di avere i pasti più economici possibili."

Al momento i due modelli di mensa scolastica più comuni sono i seguenti: "Uno è che la mensa ha una gestione propria che produce i pasti e quindi spesso si ottengono cibi congelati, spesso in grandi quantità che vengono lavorati, prelavati e precotti. Il secondo modello è che le mense utilizzano un servizio di catering che spesso non utilizza prodotti locali".

Guida: I due modelli di approvvigionamento locale di In Loco per le mense

In Loco ha due suggerimenti di modelli di fornitura locale in cui le scuole possono sostenere i produttori locali e integrare i prodotti locali nelle loro mense. La soluzione del primo modello di mensa è che le scuole preparino i propri pasti e optino per l'acquisto graduale e l'introduzione di prodotti locali nei pasti che servono, assicurandosi di acquistare gli ingredienti direttamente dai produttori locali. Vânia lo esemplifica dicendo che "le scuole potrebbero iniziare con un progetto pilota, in cui preparano le loro zuppe con prodotti locali o biologici in modo da iniziare lentamente a introdurre questo modello che darà anche il tempo ai produttori locali di organizzarsi e di essere in grado di rispondere a questo".

Per quanto riguarda le scuole che hanno un contratto con una società di catering, In Loco suggerisce che "le scuole dovrebbero essere assertive, stabilendo un menu con clausole in modo che la società di catering segua l'uso di prodotti locali nei pasti scolastici".

Comprare prodotti locali è più costoso?

Vânia ha spiegato che "lo scopo di queste guide è anche quello di cercare di demistificare il mito che comprare a livello locale finisce per essere più costoso o troppo complicato, affermando che il più delle volte si tratta di raggiungere un compromesso con il produttore in termini di un costo equo per entrambe le parti".

Vânia ha anche aggiunto che "questo mito è spesso usato come scusa per non comprare localmente, se stiamo parlando di prodotti biologici allora evidentemente, saranno più costosi in quanto la produzione biologica è prodotta in quantità minori quindi risulta sempre più costosa di altre produzioni ma c'è sempre la produzione locale con la possibilità di negoziare i prezzi".

Spiegando inoltre che "parte della nostra missione è quella di sensibilizzare i gestori delle mense affinché siano informati sull'importanza di scegliere cibo fresco con valore nutrizionale piuttosto che pasti congelati o preconfezionati che hanno viaggiato molto per arrivare qui. Tutto è possibile e queste azioni positive premiano l'economia del territorio, così come l'ambiente e la salute".

Come puoi fare acquisti più locali

In Loco hanno un'app e un sito web chiamato "Case Fazem" che dà ai produttori di cibo locale una piattaforma e informa gli utenti dei produttori locali vicino a te. Hanno raccolto e mappato i produttori locali in Algarve: "Questi produttori hanno un marchio di qualità dato da noi perché abbiamo verificato che sono responsabili e sono effettivamente produttori locali che non producono in grandi quantità e sono etici con le loro pratiche."Sull'app è possibile fare una ricerca per produttore e per tipo di cibo, ma non è possibile acquistare i prodotti dall'app e dal sito web. "Case Fazem" permette di vedere i contatti dei produttori locali per mettersi in contatto con loro e ritirare il cibo direttamente o scoprire se vendono i loro prodotti vicino a voi. Per maggiori informazioni, vedi www.casefazem.pt.

Inoltre, hanno una seconda piattaforma chiamata "Prato Certo" che è legata più all'educazione alimentare e ai benefici di una dieta mediterranea e all'acquisto locale nella vostra regione. Questa piattaforma ha una vasta lista di produttori locali in tutto il territorio. La differenza tra "Prato Certo" e "Case Fazem", è che i produttori di "Case Fazem" sono solo dell'Algarve e che sono stati controllati da In Loco mentre "Prato Certo" è solo una lista di produttori locali che può essere utile se si vive fuori dall'Algarve. Per maggiori informazioni su "Prato Certo" vedi www.pratocerto.pt.

Progetti attuali e futuro

Vânia mi ha detto che "si stanno preparando per nuovi progetti, ma al momento stanno portando avanti il progetto "Prato Certo" e un ulteriore progetto a Tavira in cui stanno implementando gli orti comunitari nei quartieri di Tavira in modo che i residenti possano coltivare le proprie verdure e frutta".

Infine, se siete interessati a sostenere i progetti di In Loco, vi preghiamo di fare una donazione perché non sono completamente finanziati, quindi tutte le donazioni sono molto apprezzate e li sostengono nella loro missione. Per ulteriori informazioni su In Loco, si prega di vedere http://in-loco.pt/ dove troverete anche le guide informative gratuite e se si desidera entrare in contatto direttamente con In Loco, si prega di chiamare +351 289 840 860 o e-mail geral@in-loco.pt.