Metro Mondego è il nuovo fulcro della mobilità nella città di Coimbra. Chi vive in città ha visto i lavori in corso, su un progetto che è stato approvato negli anni '80, ma che solo ora ha iniziato a trasformarsi da progetto su carta a realtà.

Una nuova realtà

Il sindaco di Coimbra, José Manuel Silva, ha detto in un'intervista aThe Portugal News che il progetto non solo porterà un nuovo mezzo di trasporto ecologico, poiché si tratta di un sistema di trasporto elettrico, ma cercherà anche di ripristinare "un collegamento [ferroviario precedentemente utilizzato] alla zona di Lousã che era scomparso e ha causato un grave imbarazzo".

Il nuovo mezzo di trasporto chiuderà una delle stazioni ferroviarie di Coimbra, la più vicina al centro della città, Estação Nova. Il sindaco dice che la chiusura della stazione non porterà alcuna conseguenza alla città. La gente si imbarcherà e sbarcherà esclusivamente nell'attuale Coimbra-B, che presto diventerà una piattaforma intermodale, dove la gente potrà prendere il Metrobus per altri punti della città, in modo più veloce e sicuro.

Il nuovo mezzo di trasporto, Metro Mondego, passerà attraverso zone che, in termini di trasporto pubblico, sono fornite dalla SMTUC, il trasporto pubblico su strada del comune di Coimbra. Anche se non sono ancora stati fatti studi in merito, dovranno essere fatti alcuni interventi per conciliare gli autobus e il Metrobus. José Manuel Silva dice che ci dovrebbe essere "un sistema di bigliettazione unico" in modo che la gente possa utilizzare i due mezzi di trasporto. Il presidente di Coimbra dice anche che il Metro Mondego "libererà ovviamente alcuni autobus e alcuni autisti", tuttavia, l'obiettivo è che sopprimendo le linee nella zona centrale della città, se ne possano creare altre per servire le periferie del comune che non sono così ben servite dagli autobus, evitando così di licenziare personale mentre si serve la comunità che vive nelle zone periferiche.

La migliore stazione del nord

L'attuale Estação Nova sarà chiusa, ma Coimbra-B subirà un processo di rimodellamento. La stazione di Coimbra-B integrerà il passaggio dei treni ad alta velocità e nel progetto che è già stato approvato "ci sarà una nuova dimensione, una nuova architettura", in quella che sarà consolidata come una stazione intermodale. José Manuel Silva assicura che dopo i lavori, Coimbra potrà avere "la migliore stazione della linea del nord" e che con l'integrazione del treno ad alta velocità, Coimbra sarà più vicina agli aeroporti delle città di Porto e Lisbona.

Nonostante il progresso dei lavori per la Metro Mondego, José Manuel Silva ammette che non è ancora possibile dare una data concreta per il completamento dei lavori, anche se si prevede che "entro quattro anni" la popolazione potrà utilizzare i servizi del Metrobus.

Nuovo aeroporto?

La costruzione di un aeroporto nella zona centrale è stata vociferata e questa speculazione è stata confermata dal sindaco di Coimbra, che rivela che non considera un aeroporto "essenziale per lo sviluppo di Coimbra". Con l'integrazione del treno ad alta velocità nella città, Coimbra sarà più vicina ai due aeroporti con più viaggi in Portogallo. Tuttavia, José Manuel Silva difende che se un aeroporto deve essere costruito per alleviare l'aeroporto di Lisbona, dovrebbe essere costruito nella zona centrale del paese e non nel sud. Il presidente dice che l'ideale sarebbe costruire "nella regione tra Soure e Pombal".

Vasta storia

Pur comprendendo che un aeroporto è un "fattore di sviluppo", che aumenta i flussi turistici, José Manuel Silva ribadisce che Coimbra non ha bisogno di un aeroporto per attirare il turismo. Coimbra è stata la prima capitale del Portogallo, dove "ogni pietra ha una storia". Secondo il presidente, la città ha una vasta collezione di "patrimonio storico e culturale che nessun'altra parte del paese ha". Tuttavia, tutto questo patrimonio deve essere sviluppato, aprendo "il patrimonio mondiale di Coimbra al mondo".

Coimbra ha creato un'identità intorno agli studenti e all'università, riducendo i viaggi turistici in queste zone e la candidatura di José Manuel Silva, in parte, era anche per porre fine a questo cliché legato a Coimbra. Il presidente ammette che, nei termini precedenti, c'è stata una mancanza di marketing. Nonostante Coimbra si sia affermata come un "marchio forte", è mancato il lavoro su altre questioni. A tal fine, si stanno già realizzando alcune opere, come la costruzione di una statua in onore del primo re del Portogallo, D. Afonso Henriques, che è sepolto nel Monastero di Santa Cruz a Coimbra, anche se pochi lo sanno.

"La Firenze portoghese"

Alla fine dell'intervista, José Manuel Silva ha citato le parole dei turisti italiani, che chiamano Coimbra la "Firenze portoghese". Il presidente della città studentesca invita anche i turisti a visitare l'"immenso patrimonio" di Coimbra, sia costruito che culturale, a provare la ricetta del Bacalhau à Coimbra e a scoprire la "bellezza geografica della città", poiché "non c'è nessuna città del paese che abbia questa combinazione di storia e cultura".