Pascale ha esposto il suo lavoro in una grande selezione di gallerie in Algarve tra cui ArtCatto a Loulé, Tavira D'Artes, Lady in Red Gallery a Lagoa e attualmente ha alcuni dei suoi lavori esposti alla Fresco Gallery ad Almancil.

Pascale vive in Algarve da circa nove anni, ma ha un forte legame con l'Algarve da oltre 50 anni, poiché i suoi genitori hanno vissuto qui prima di lei. Mi ha detto che suo padre "è venuto qui nel 1964 su una motocicletta" e che la zona tra Carvoeiro e Lagoa è la sua casa perché anche quando viveva in Francia, aveva un appartamento a Lagoa che frequentava ogni volta che poteva.

Pascale ha espresso quanto "ama la campagna e il mare", spiegando che "le piace la tranquillità per dipingere" e paragona l'Algarve al paradiso. Tuttavia, "la sua più grande fonte di ispirazione è la città", spesso si avventura a Nizza, Parigi o Lisbona, camminando per ore, assorbendo ciò che la circonda per far nascere nuove idee.

Chico o le Chasterfield

Sempre in evoluzione

Pascale mi ha detto che è ufficialmente una pittrice da 15 anni, ma dipinge fin dall'infanzia. Prima di diventare una pittrice, faceva commissioni in cui creava targhe e numeri civici per clienti in Francia. Ho anche chiesto a Pascale quali fossero le sue influenze e lei mi ha subito detto che il suo pittore preferito era Klimt e che all'inizio dipingeva alla maniera di Klimt e poi col tempo ha sviluppato il suo stile personale con il suo avatar George. Continua ad evolversi come artista, affermando che impara costantemente e prova nuove tecniche per mantenere il suo lavoro interessante.

Stile artistico

In particolare, Pascale inizia sempre dipingendo la sua tela con un colore scuro perché non può dipingere su una tela bianca, che sia nera, marrone o rossa, dalla base scura costruisce i colori "lux in tenebris lucet" (la luce brilla nelle tenebre). Lavora soprattutto con acrilici e occasionalmente con pastelli, avendo scoperto che non ha pazienza per l'olio. Mi ha detto che i suoi colori preferiti sono il blu turchese e il rosso, che si possono vedere in molti dei suoi dipinti.

Pascale è un'artista appassionata che dipinge spontaneamente e che è fortemente influenzata dal suo umore, a volte si sveglia alle 2 del mattino per dipingere o dipinge per 24 ore mentre altre volte il suo umore le impedisce di dipingere per settimane intere. Ha spiegato che "deve essere molto investita" per dipingere e che il suo lavoro riflette il suo umore.

Per quanto riguarda la sua etica del lavoro, le piace lavorare da sola nel suo laboratorio con solo la radio come ulteriore fonte di ispirazione, "ho bisogno di sentire la gente parlare e mi piace ascoltare gli audiolibri dove a volte associo le storie ai miei dipinti e creare la vita sulla tela". Mi ha detto che il suo lavoro è aperto all'interpretazione di tutti e che si può scegliere la storia, che è qualcosa che mi ha risuonato come ciò che è più bello dell'arte contemporanea.

Chi è George?

Questa figura misteriosa ha davvero catturato la mia attenzione quando ho visto per la prima volta il lavoro dell'artista, e speravo che Pascale facesse un po' di luce su di lui, ma lei ha affermato che è aperto all'interpretazione, ma ha gentilmente condiviso come è nato: "Un giorno ho avuto un'illusione e ho visto un uomo con un cappello e un grande cappotto su una bicicletta contro la pioggia e l'ho dipinto e ho pensato che mi piace quest'uomo; mi piacerebbe dipingere altri. Ricordo che pensai, devo dargli un nome, e ricordo che mio padre, quando non riusciva a ricordare il nome di qualcuno, gli dava il nome di George. George è anonimo, sono io, sei tu, sono tutti, quindi se gli do un volto, perde questo". George appare in molte opere di Pascale e lei ha spiegato che è il suo avatar e che dice agli altri quello che penso". È la sua figura caratteristica, tutti quelli che conoscono il suo lavoro conoscono George e anche se lei cerca di fare altre cose, torna sempre a George. Mi piace come cambia la sua forma e i suoi colori ogni volta e anche se costante, è anche in continua evoluzione, Pascale mi ha detto che non vuole essere prigioniera e che lui cambia per riflettere il suo umore e i suoi pensieri.

Pascale Fey

Futuro

Proprio come George, il lavoro di Pascale è sempre in evoluzione, ma anche letteralmente, visto che mi ha umoristicamente detto che le sue tele esposte a casa non sono al sicuro perché lei le cambia costantemente, a volte anche regolando il colore per soddisfare il suo umore, cosa che penso sia fantastica. Pascale sta attualmente lavorando ad alcune opere d'arte astratta e vorrebbe fare una scultura in futuro, sia in cemento, ferro o anche materiale di riciclo e spera di fare alcune mostre future a Lisbona e Londra.

Per maggiori informazioni su Pascale Fey, vedi https://www.cfey-art.com/. Potete acquistare le fantastiche opere di Pascale o contattarla direttamente per commissioni attraverso il suo sito web.

Klan 3 colore