La primavera è un bellissimo periodo dell'anno, ma porta con sé anche alcune preoccupazioni per la cura della pelle, con il calore dei raggi del sole che ci ricorda che la nostra pelle ha bisogno di protezione extra. Tuttavia, pensare che dobbiamo prendere precauzioni speciali solo in estate e in primavera non è altro che un mito.

"È un mito che abbiamo bisogno di prendere precauzioni speciali solo in primavera o in estate. Gli effetti nocivi del sole sono una minaccia durante tutte le stagioni e la prevenzione rimane la migliore arma contro il cancro della pelle", ha detto la dottoressa Maria José Passos, un medico di grande esperienza che lavora con HPA Health Group, che ha dedicato la sua vita ad affrontare il cancro della pelle.

Per essere chiari - circa il 90% dei casi di cancro alla pelle sono causati dall'esposizione ai raggi UV. Questi tumori sono più comuni nelle persone anziane e la loro incidenza è aumentata negli ultimi anni, così come la loro morbilità. Tuttavia, non tutti i tumori hanno gli stessi segni, quindi è importante distinguere uno dall'altro.

Principali tipi di cancro della pelle

Ci sono tre tipi principali di cancro della pelle. Il primo, e più comune, è il carcinoma a cellule basali (BCC), che rappresenta il 65% dei tumori della pelle. Direttamente collegato all'esposizione al sole, è il più comune nel mondo occidentale ed è descritto come a crescita lenta e raramente si diffonde ad altri organi.

Responsabile del 25% dei casi, il carcinoma a cellule squamose è il secondo tipo di cancro della pelle. È caratterizzato da una crescita insolita e accelerata di cellule squamose, che di solito si verifica in aree esposte al sole, e viene diagnosticato tramite biopsia. A differenza del cancro precedente, questo può metastatizzare in uno stadio avanzato.

Infine, il melanoma - meno comune ma più mortale - rappresenta tra il cinque e il dieci per cento dei casi. Infatti, rappresenta l'80% dei decessi per cancro della pelle ed è il secondo tumore più comune nelle persone sotto i 30 anni. Tuttavia, quando viene diagnosticato in una fase precoce, può essere curato con il 90% di successo.

Fattori di rischio

Secondo il medico, ci sono diversi fattori di rischio. Le persone con più di 50 anni, che hanno una storia familiare di cancro della pelle o le persone con più di 50 nei e la pelle chiara o gli occhi chiari devono stare attenti. Tuttavia, la causa principale è senza dubbio l'esposizione alla luce del sole.

"Il cancro della pelle si verifica quando ci sono mutazioni nel DNA delle cellule della pelle. Queste mutazioni fanno crescere le cellule in modo rapido e disordinato, dando origine a un tumore maligno", ha detto.

Non tutti i tipi di cancro della pelle possono essere evitati con un'attenta prevenzione. Quando si tratta di melanoma, anche se l'esposizione alle radiazioni ultraviolette è un fattore di rischio ben noto, soprattutto per coloro che hanno una storia di scottature durante l'infanzia, "il melanoma è una malattia con una biologia più complessa e dipende anche da altri fattori genetici, come avere occhi verdi o blu, capelli rossi o lentiggini".

Tuttavia, la buona notizia è che la maggior parte dei tumori della pelle sono prevenibili.

"Ci sono alcune precauzioni da prendere, come evitare l'esposizione alla luce del sole, soprattutto nelle ore in cui i raggi UV sono più forti (12:00-17:00); usare la protezione solare in spiaggia o in campagna, durante tutto l'anno, anche quando il cielo è nuvoloso (le pelli sensibili devono avere un SPF di almeno 30); indossare indumenti protettivi, come vestiti scuri che coprano le zone esposte, indossare un cappello con protezione per le orecchie, occhiali da sole; fare molta attenzione all'esposizione al sole nei bambini, che sono più sensibili ai raggi UV e dovrebbero sempre usare una protezione solare con SPF 50. Inoltre, controllate regolarmente la vostra pelle", ha spiegato il dottor Maria José Passos.

Il pericolo dei lettini solari

Non potremmo parlare di cancro alla pelle senza menzionare gli effetti nocivi dei lettini solari. I lettini solari sono cabine con tubi di luce, che rilasciano radiazioni UV artificiali concentrate e sono una grande causa di tumori della pelle, soprattutto il melanoma.

"Ci sono diversi studi internazionali, a cui hanno partecipato dermatologi portoghesi, che hanno dimostrato la relazione tra la precedente esposizione ai lettini solari e l'aumento del rischio di tutti i tumori della pelle, in particolare il carcinoma a cellule squamose e i melanomi", ha sottolineato.

La vitamina D non può essere una scusa

Tutti abbiamo bisogno di vitamina D, ma questo non significa un'esposizione prolungata al sole. Infatti, solo circa 15-30 minuti di luce solare al giorno permettono al tuo corpo di produrre i livelli necessari di vitamina D - questo significa che basta fare una passeggiata in campagna alle 8 del mattino.

Inoltre, non si tratta solo di luce solare. Per ottenere i livelli adeguati di vitamina D, "non dobbiamo dimenticare di mangiare cibi ricchi di calcio per evitare il deficit di vitamina D nel corpo", ha detto il dottore.

Segnali di pericolo

Se notate qualcosa che potrebbe preoccuparvi, consultate un medico. I seguenti suggerimenti ti danno solo un indizio su ciò di cui dovresti preoccuparti.

Per esempio, in termini di asimmetria, quando una metà del neo non assomiglia all'altra, ma anche quando il bordo del neo è irregolare. Inoltre, quando un neo ha più di un colore o quando il suo diametro è maggiore di sei millimetri. Infine, quando il neo sospetto aumenta di dimensioni, cambia forma o colore - può essere il momento di consultare un esperto.

In caso di tutto questo, si prega di andare a vedere un dermatologo di HPA Health Group.