Anche se visibile a chiunque passi per Aljezur, questo castello è spesso trascurato dalla gente. Tuttavia, è stato durante uno dei miei viaggi in Costa Vicentina che ho visto questo gioiello e ho deciso di andarci per vedere di persona com'è fatto.

Questa è stata certamente una grande decisione! Il tempo non era perfetto perché lassù faceva freddo a causa dell'altitudine e il sole era nascosto quel giorno. Tuttavia, il posto offriva una vista meravigliosa. Dopo aver scalato questa montagna, potrai godere di un bellissimo paesaggio su Aljezur.

Oltre a questo, non troverete solo un bel posto, ma anche diversi muri con ricordi incisi su ogni vecchia pietra. Per darvi una visione interessante di questo gioiello storico, ci sono informazioni all'ingresso del castello che potete leggere prima di entrare.

Sfondo

Secondo i resti archeologici trovati sul posto, questo antico monumento risale all'età del bronzo e del ferro. Fu poi utilizzato dall'impero romano e dai musulmani durante l'invasione della penisola iberica. E poi dai portoghesi che si impadronirono del castello.

La funzione principale del castello era quella di controllare il torrente Aljezur. Quando il fiume cominciò a prosciugarsi e per questo motivo, senza poter navigare su queste acque, il castello fu abbandonato. Questo abbandono avvenne durante i secoli XV e XVI, ma alcuni credono che sia uno dei castelli dell'Algarve rappresentati sulla bandiera portoghese.

Terremoto del 1755

Non solo Lisbona soffrì del terremoto del 1755, ma l'Algarve fu completamente massacrato da questo evento sismico e dal conseguente tsunami. Aljezur non fece eccezione e perse anche importanti monumenti antichi.

Di conseguenza, il castello fu un po' degradato, ma non andò completamente perduto nonostante la grande distruzione che subì. Inoltre, fu parzialmente ricostruito tra il 1940 e il 1941 come parte delle commemorazioni nazionali e nel 1977 fu classificato come bene di interesse pubblico.

Una leggenda d'amore

La penisola iberica, di cui fa parte il Portogallo, fu occupata dai Mori per molti anni. Per questo motivo, soprattutto l'Algarve e l'Alentejo hanno tracce della loro presenza. In seguito, molte leggende che riguardano le relazioni tra cristiani e mori si sono susseguite fino ai giorni nostri. Una di queste è la leggenda di Mareares.

Secondo questa leggenda, i portoghesi recuperarono il castello di Aljezur nel XIX secolo grazie a una signora mora che aiutò il suo uomo amato, che era portoghese, a recuperare il loro castello.

Il nome di questa signora era Maira e rimarrà sempre nella memoria degli abitanti che conoscono questa leggenda a memoria. Era innamorata di un soldato dell'esercito portoghese e per questo gli disse che la sua gente aveva un'antica tradizione che li teneva lontani dal castello per alcune ore.

In pratica, disse al suo amante che i mori sarebbero usciti dal castello la mattina del 24 giugno, dato che ogni anno in quella mattina sono soliti fare il bagno a Praia da Amoreira, lasciando il castello quasi vuoto senza alcuna protezione.

Tenendo conto di questa informazione, l'esercito portoghese organizzò un piano per sconfiggere i Mori e occupare il castello. Durante la notte si nascosero nel bosco vicino al castello e aspettarono di vedere se i mori avrebbero lasciato il castello, cosa che avvenne, come disse loro la signora.

Si dice che un bambino notò l'arrivo delle truppe al castello e lo disse a sua nonna, che disse che non era possibile. Dopo un po' li vide e cercò di dare l'allarme, ma era troppo tardi per lei, perché fu fucilata.

Allora i cristiani stessi suonarono l'allarme per attirare gli avversari e circondarli, non lasciando loro altra scelta che arrendersi. Quando le campane suonarono, i musulmani arrivarono rapidamente per vedere cosa stava succedendo e per combattere, ma i cristiani avevano già preparato un'imboscata, che si tradusse in uno spargimento di sangue per i musulmani. Secondo questa vecchia leggenda, è così che i portoghesi si impadronirono del castello.

Che tu trovi questa storia interessante o meno, puoi sempre visitare questo castello. Basta guidare verso Aljezur e seguire le indicazioni per il castello.