Non sono una grande fan del ferro da stiro e ne stiro il meno possibile, ma mi sembra comunque di aver bisogno di uno nuovo ogni due anni. Di solito smettono di funzionare o non si riesce a regolare il calore e mi chiedevo se valesse la pena acquistare uno dei nuovi ferri da stiro a vapore. Devo ammettere che asciugare i vestiti al sole caldo qui in Portogallo fa quasi cuocere le pieghe, rendendo più difficile lisciarle, quindi uno di questi potrebbe funzionare bene.

Lo scorso fine settimana ne ho acquistato uno di seconda mano per pochissimo - non aveva istruzioni, ma l'ho collegato con entusiasmo - non si trattava di scienza missilistica, dopotutto - ma non ha funzionato. Non so cosa mi sia passato per la testa comprandone uno in svendita: il mio io interiore deve essersi sentito dispiaciuto per il fatto che fosse lì e ha completamente ignorato il motivo per cui probabilmente si trovava lì.

Era anche estremamente pesante, al punto che appesantiva la mia tavola da stiro al punto da far ribaltare l'altra estremità e, quando l'ho spostata in una posizione più stabile, ho perso circa un terzo del mio spazio per stirare.

Che cos'hanno di così speciale da essere oggetto di giuramento? La mia amica va matta per il suo, ma io ho sempre usato un ferro da stiro a cui bastava aggiungere dell'acqua per avere il vapore, quindi perché ho bisogno di questa nuova aggiunta al mondo del bucato?

Si dice che un ferro da stiro con generatore di vapore sia più adatto ad affrontare pile di biancheria più grandi e biancheria da letto. Hanno un serbatoio dell'acqua separato che consente loro di rilasciare più vapore a una pressione più elevata, il che significa che di solito basta stirare un solo lato di un indumento per eliminare le pieghe profonde sia dal davanti che dal dietro. È necessario assicurarsi che abbia una potenza sufficiente: a quanto pare, almeno 1.500 watt sono sufficienti per svolgere il lavoro. Nei test è emerso che i ferri da stiro a basso wattaggio non producono abbastanza calore e vapore per combattere le pieghe più difficili.

Ci sono anche alcuni altri aspetti importanti: il peso è il primo (come ho scoperto io). Le dimensioni complessive del ferro da stiro con generatore di vapore sono significativamente più grandi di quelle di un ferro da stiro a vapore tradizionale, rendendolo circa 4 volte più pesante, anche se il ferro da stiro vero e proprio sembra più o meno uguale a un normale ferro da stiro.

Poi, la piastra: dicono che quella in ceramica sia la più liscia e la più resistente ai danni, seguita dall'acciaio inossidabile, mentre l'alluminio o l'antiaderente sono i più scadenti.

Pressione: si misura in bar e il massimo attuale è di circa 6,5 bar. Qualsiasi valore superiore a 5 bar dovrebbe essere sufficiente per la stiratura quotidiana.

Dimensioni del serbatoio - i ferri da stiro con generatore di vapore utilizzano molta più acqua, quindi un serbatoio grande significa meno tempo per fermarsi a riempirlo. Un serbatoio da 1,5 litri è l'ideale, anche se alcuni modelli hanno una capacità gigante di 2 litri.

Dovrebbe essere dotato di un'opzione di decalcificazione: con tutto l'uso di acqua in più, un ferro da stiro con generatore di vapore ha maggiori probabilità di soffrire di calcare nelle zone con acqua dura. Assicuratevi che sia presente un qualche tipo di filtro: alcuni hanno un sistema di raccolta del calcare molto intelligente, mentre altri utilizzano cartucce sostituibili per filtrare l'acqua.

Ho scoperto una cosa interessante: ho sempre pensato che l'acqua distillata fosse l'ideale per i ferri da stiro, ma per i nuovi modelli la maggior parte dei produttori raccomanda di non usare l'acqua distillata da sola, perché potrebbe far sputare il ferro e provocare perdite, e di usare invece una miscela 50/50 con normale acqua di rubinetto.

Controlli automatici Un numero crescente di ferri da stiro con generatore di vapore (e anche alcuni ferri da stiro normali) sono dotati di controlli automatici, che eliminano del tutto pulsanti e manopole. Questi sistemi sembrano funzionare bene e stanno comparendo anche sui modelli di base. E credo che sia importante anche la domanda di base "il flex è abbastanza lungo?".

Infine, l'asse da stiro: è abbastanza resistente? Esistono assi da stiro progettate per questi apparecchi, poiché sono più pesanti e più ingombranti dei ferri da stiro standard. In alternativa, si può posizionare l'apparecchio su un tavolo o un piano di lavoro vicino, purché sia sicuro e stabile.