Gel alcolico che provoca casi di vomito e visione offuscata

in Notizia · 18-10-2020 18:00:00 · 0 Commmenti

Quest'anno il Centro di Informazione Anti-Poison dell'INEM (CIAV) ha registrato un aumento del 340 per cento delle chiamate effettuate a causa dell'esposizione all'alcol, ma con segnalazioni di sintomi di bassa gravità.

Fátima Rato, il medico responsabile del Centro informazioni sui veleni, ha spiegato in un comunicato stampa all'agenzia di stampa di Lusa che nel 2019 ha ricevuto 150 telefonate relative a situazioni di esposizione al gel alcolico e che nel 2020 e fino alla mezzanotte del 14 ottobre ha ricevuto 531 contatti.

"Questo è facilmente spiegabile perché è un prodotto che non abbiamo mai usato quasi mai e con cui ora conviviamo", ha detto, aggiungendo che c'è stata una prevalenza di telefonate nei mesi di marzo, aprile e maggio, che lei attribuisce al fatto che le famiglie sono più a casa con un accesso più facile al prodotto.

In tutti i casi di assistenza sulla linea 800 250 250, le situazioni segnalate sono state di bassa gravità, ma il funzionario Ciav ha avvertito di una maggiore vigilanza su questi prodotti, soprattutto nel trasferimento in contenitori non identificati.

La maggior parte di queste situazioni si è verificata accidentalmente. Più dell'84 per cento è avvenuto per via orale, il 7 per cento attraverso la mucosa oculare, circa il 3 per cento per inalazione e più del 2 per cento per esposizione cutanea. Anche "La gravità è bassa e senza conseguenze di rilievo", ha detto. I problemi più comuni sono stati associati con l'irritazione del sistema digestivo, vomito, tosse, arrossamento degli occhi e visione offuscata.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.