Boom dei reclami di viaggio legati alla Covid-19

in Notizia · 09-10-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

L'analisi condotta da Portal da Queixa ha confermato che i vincoli derivanti dalla pandemia di Covid-19 si sono riflessi in un aumento dei reclami dei consumatori rivolti al settore del Turismo.

Tra giugno e settembre - il motivo principale dei reclami è stato la richiesta di rimborso (1.167 reclami), con un aumento del 342% rispetto allo stesso periodo del 2019, dove sono stati registrati solo 264 reclami per lo stesso motivo.

Tra il 1° giugno e il 28 settembre 2020 sono stati registrati complessivamente 2.457 reclami nel Portale del Reclamo nella categoria Hotel, Viaggi e Turismo. Dall'analisi effettuata sulle sottocategorie è emerso che 1.189 reclami sono diretti alle Agenzie di Prenotazione Viaggi e ai Siti, 888 reclami (36%) sono relativi alle compagnie aeree e 380 reclami sono relativi ai soggiorni. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il numero di reclami è aumentato del 64% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente:

Per quanto riguarda le compagnie aeree, i motivi principali dei reclami sono le richieste di rimborso e i ritardi. Tra le tre compagnie con il maggior volume di reclami ci sono TAP (318), Ryanair (278) e Easyjet (111).

"Analizzando il settore del turismo, è emerso chiaramente che la pandemia ha avuto un impatto sul suo normale funzionamento. La maggior parte delle lamentele sono legate a vincoli, una conseguenza di Covid-19. La maggior parte dei reclami si riferisce a richieste di rimborso, sia perché il consumatore ha richiesto la cancellazione del volo/prenotazione, sia perché l'hotel/linea aerea è stato costretto a cancellare il servizio", spiega il team di analisi del Portal da Queixa.



Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.