Le farmacie prevedono di vaccinare quasi 400.000 persone contro l'influenza

in Notizia · 23-10-2020 17:49:00 · 0 Commmenti

Le farmacie dovrebbero essere in grado di vaccinare "quasi 400.000 persone" entro la fine della settimana, lo staff dei farmacisti ha parlato, il 21 ottobre, di un processo che considerava "complesso e che avrebbe dovuto essere meglio coordinato".

Ana Paula Martins, ricevuta in udienza dal Presidente della Repubblica Marcelo Rebelo de Sousa a Belém, ha detto alla fine della riunione che il contingente di vaccinazione delle farmacie, che corrisponde a 240.000 dosi, insieme alle 100.000 dosi del contingente del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) consegnate alle farmacie, dovrebbe essere esaurito entro la fine di questa settimana.

"La prossima settimana arriveranno altri vaccini, non sappiamo ancora quale sarà la loro distribuzione", ha aggiunto l'Ordine dei Farmacisti, sottolineando che l'impegno che le farmacie hanno assunto è quello di vaccinare 700.000 persone entro la fine della campagna di vaccinazione contro l'influenza, che durerà fino a dicembre.

Per Ana Paula Martins, la distribuzione delle prossime dosi deve corrispondere ad "un equilibrio" che il Ministero della Salute dovrà trovare tra le necessità e gli orari già fatti dai centri sanitari e le vaccinazioni che devono essere fatte dalle farmacie.

"È un processo complesso, è vero che avrebbe potuto essere meglio coordinato, ma al momento siamo sul posto e stiamo riuscendo a rispondere con i vaccini che abbiamo", ha detto.

Il grande afflusso alle farmacie di persone che vogliono farsi vaccinare quest'anno si spiega con il contesto della pandemia e con l'importanza che la vaccinazione antinfluenzale è stata assunta come misura di protezione contro la Covid-19".

Abbiamo molte persone che non sono mai state vaccinate e che ora vogliono essere vaccinate". Va detto chiaramente che i gruppi a rischio sono quelli che guadagnano di più dalla vaccinazione", ha detto.

"Ho una grande convinzione che nelle prossime due settimane, con il processo già in corso, con meno ansia e meno aspettative da parte dei portoghesi, credo che saremo in grado di trasmettere un po' di serenità, e che nelle prossime due settimane, quando le persone verranno vaccinate, questo diminuirà la sensazione di diffidenza sul fatto di non avere un vaccino", ha aggiunto.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.