Quercus ora contro l'aeroporto di Montijo

in Notizia · 18-10-2020 10:00:00 · 0 Commmenti

L'associazione ambientalista Quercus ha cambiato la sua posizione ed è ora contraria alla costruzione di un nuovo aeroporto a Montijo, sostenendo altre associazioni del settore che sono sfavorevoli all'iniziativa.

Quercus "ha reso pubblico che il suo parere è ora sfavorevole al processo in corso per la costruzione del nuovo aeroporto, compresa l'emissione della Dichiarazione di impatto ambientale (EIS) da parte dell'APA (Agenzia portoghese per l'ambiente), sostenendo così la posizione delle associazioni ambientaliste che hanno manifestato contro e presentato ricorso in tribunale", si legge in una dichiarazione dell'associazione.

Il 31 ottobre dello scorso anno, Quercus ha commentato il parere favorevole dell'APA sull'aeroporto, ritenendo che non fosse la soluzione ideale ma che potesse essere positiva a patto che fossero salvaguardate le misure per minimizzare gli impatti ambientali.

Un giorno prima, il 30 ottobre, l'APA aveva pubblicato un "SIE favorevole condizionato" alla costruzione dell'aeroporto di Montijo, rendendo il progetto realizzabile, cosa che da allora è stata molto criticata dalle organizzazioni ambientaliste.

Quercus ha avuto una nuova direzione dal febbraio di quest'anno, e afferma che la posizione dell'associazione di ottobre "non riflette la visione della maggioranza dei membri e dei membri principali", e dice che all'epoca non sono state affrontate questioni essenziali.

È quindi importante, ha detto l'associazione, mettere in discussione la presunta urgenza del governo nella costruzione dell'aeroporto, criticare il fatto che le posizioni contrattuali siano state prese prima della conclusione del processo di valutazione dell'impatto ambientale, o difendere la necessità che il processo includa studi alternativi.

Nel documento, l'associazione elenca una dozzina di motivi che la inducono ad essere contraria al nuovo aeroporto, come la necessità di una Valutazione Ambientale Strategica, la contestualizzazione del progetto con le politiche climatiche e gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra, o la presa in considerazione di "importanti preoccupazioni tecniche e di sicurezza" che sono state sollevate nel frattempo.

La valutazione di impatto ambientale dello scorso anno ha sottovalutato il potenziale inquinante delle emissioni dei velivoli, si deve tenere conto dell'"enorme impatto non mitigato" causato dal rumore, e si deve considerare adeguatamente l'impatto sull'avifauna dell'estuario del Tago.

E a tutto questo bisogna aggiungere "nuovi aspetti" che non esistevano un anno fa, da quelli legati alla navigabilità delle tipiche imbarcazioni dell'estuario all'attuale contesto della crisi pandemica Covid-19, uniti a una crisi economica, che porta a una riduzione della domanda di voli.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.