Safe-tree-net

scritto Jake Cleaver, in Notizia · 09-10-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Non sarebbe fantastico se potessi mettere tutti gli alberi di una città in una specie di app dove puoi vedere che tipo sono, dove sono e se sono in pericolo riceveresti una notifica per fartelo sapere - in modo da poter venire in soccorso?

Questo è esattamente ciò che il gruppo politico nazionale PAN (Uomini, Animali, Natura) sta cercando di ottenere. A tal fine, il 30 settembre, hanno raccomandato all'Assemblea Comunale di Faro di aderire alla rete delle Comunità di protezione della Terra (EPC) e di creare un registro georeferenziato dei loro alberi. Questo significa che andrebbero a identificare, uno per uno, tutti gli alberi o gli arbusti dei parchi, delle strade e delle piazze intorno a Faro. Poi caricherebbero i loro dati in un database elettronico, aggiornato regolarmente dagli operatori forestali che li gestiscono, e le informazioni sarebbero rese disponibili a tutti i cittadini.

Questa petizione è dovuta alla decisione impopolare di rimuovere alcuni alberi senza preavviso nella città di Faro di recente. Ha fatto molto scalpore, e come spiega Paulo Baptista, deputato comunale del PAN: "Non dobbiamo pensare che sia naturale che la rimozione degli alberi venga effettuata senza che i cittadini abbiano voce in capitolo, perché gli alberi sono patrimonio di tutti. Situazioni come la rimozione degli aranci da Largo da Sé, o l'abbattimento degli alberi a Praceta Dr. Clementino de Brito Pinto, di cui sono rimasti solo una decina di esemplari, non dovrebbero ripetersi".

Se questa proposta sarà accettata, significherà che ogni albero avrà essenzialmente la sua pagina Facebook. L'albero avrà un proprio profilo e potrà far sapere dove si trova, cos'è, chi lo cura, quanto è sano e, soprattutto, se si mette nei guai - potrà inviare notifiche che avviseranno il pubblico entro 10 giorni da qualsiasi cosa gli venga fatta.

PAN spera che questo provvedimento ponga fine alla radicale potatura degli alberi.

Ma non sono solo gli alberi a finire nei guai. Molte creature diverse vivono in tutti i tipi di case sugli alberi, e PAN vuole fare in modo che nessuno, tranne i professionisti, sia autorizzato a rimuovere i nidi degli uccelli o le loro uova.

Infine, la rimozione degli alberi dovrebbe essere effettuata solo in caso di emergenza, quando rappresentano un rischio per le persone o le cose.

Se questa proposta sarà accettata, allora Faro diventerà l'ultimo membro della rete delle Comunità di protezione della Terra che si descrive come un "movimento di base globale in cui città/città, istituzioni educative, imprese e altre organizzazioni lavorano insieme per proteggere la terra, la fauna selvatica, l'aria, il suolo e l'acqua". Hanno in programma di rendere tutte le città della loro rete neutre dal punto di vista del carbonio, di proteggere e migliorare i loro ecosistemi locali e di ridurre l'uso della plastica monouso

.

Come conclude Paulo Baptista: "Queste proposte sono tutte di buon senso."

"La loro applicazione trasformerà il comune e lo avvicinerà alle migliori pratiche ambientali".



Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.