L'inizio di una nuova era per il ciclismo portoghese

in Sport · 30-10-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Il presidente della Federazione Ciclistica Portoghese (FPC), Delmino Pereira, ha detto a Lusa che le performance di João Almeida (Deceuninck-QuickStep) e Rúben Guerreiro (Education First) costituiscono un "momento di grande gioia per il ciclismo nazionale".

"È stato un momento di grande gioia per il ciclismo nazionale, un momento storico, con risultati mai raggiunti prima", ha spiegato il leader della federazione, dopo la fine della 103esima edizione della Volta a Itália.
Rúben Guerreiro è stato il re della montagna, dopo aver vinto la nona tappa, e João Almeida ha finito al quarto posto dopo aver guidato la corsa per 15 giorni, con Delmino Pereira che ha elogiato "il modo eroico in cui ha difeso" la 'maglia rosa' in quel periodo.
Questo successo, ha aggiunto, "rappresenta l'affermazione di una nuova generazione di ciclisti".
"Lo sport sta vivendo una grande crescita, è più internazionale, con una nuova generazione di corridori che hanno tutti l'ambizione di avere risultati. Incontra il profilo del nostro nuovo emigrante. Esportiamo talenti in tutto il mondo, in tutte le attività e anche nello sport", ha detto.
Questa "affermazione del ciclismo e dello sport come prodotto portoghese di successo" è particolarmente importante in un anno segnato dalla pandemia della Covid-19, con la maggior parte delle squadre portoghesi in difficoltà finanziarie e considerando il loro futuro nel 2021.
"L'aiuto non risolve tutti i problemi, ma aiuta molto a risolvere le nuove sfide del ciclismo, che ha una dipendenza diretta dall'economia e dalla capacità di investimento delle aziende, e che ha una speciale interazione con il pubblico, che attualmente non possiamo esplorare", ha detto.
Nonostante questa "ondata", che "contribuirà alle tante difficoltà che ci attendono", il 2021 vede una ripresa "dura e difficile", in un "momento in cui la bicicletta stessa ha avuto un incremento di utilizzo come mai prima nella sua storia".
"È importante perché incoraggia le nuove generazioni a credere che sia possibile. Possono anche completare un viaggio come questo", ha concluso.
João Almeida (Deceuninck-QuickStep) ha condotto la classifica generale per 15 giorni, finendo finalmente al quarto posto, la migliore classifica di sempre di un ciclista portoghese, e Rúben Guerreiro è riuscito a vincere una delle classifiche principali, quella della montagna, un'impresa senza precedenti nel ciclismo portoghese.
La 103esima edizione della Volta a Itália si è conclusa con la vittoria del ciclista britannico Tao Geoghegan Hart (INEOS), conquistata dopo la conclusione della prova a cronometro individuale che si è svolta a Milano.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.