La recensione

scritto Sandra Pereira, in Libri · 16-10-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Sangue inquieto

J.K. Rowling è stata sui giornali per tutti i motivi sbagliati ultimamente.
Non lasciate che questo determini se avete letto o meno il suo romanzo più ambizioso, Troubled Blood scritto come Robert Galbraith. Il romanzo ha più di 900 pagine, il che lo rende il libro più lungo della serie e uno scoraggiante tornitore di pagine.
La premessa di base è che a Cormoran Strike e Robin Ellacott viene chiesto di indagare sulla scomparsa di Margot Banborough, scomparsa quarant'anni prima. Nonostante la loro riluttanza, Strike è incuriosito dal caso che gli viene presentato dalla figlia di Margot, che all'epoca era una bambina. Poiché l'indagine è lunga, significa che noi, come lettori, possiamo seguire Strike e Robin per un periodo più lungo.

In tutto il libro si cerca di mantenere l'agenzia in funzione mentre si risolvono le loro vite private. Per i fan del rapporto di volontà, che non vogliono, c'è molto da assaporare. Il libro aveva tutti gli elementi per renderlo fantastico, ma purtroppo non è stato all'altezza della premessa. L'indagine è in corso. La maggior parte delle linee perseguite sono di una varietà di aringhe. L'autore, una volta rivelato, si sente indegno delle pagine che hanno dovuto essere girate. Il che è parte del problema del libro.
Come i precedenti libri della serie, la storia può essere letta da sola, ma la sua migliore lettura è quella del primo libro, The Cuckoo's Calling, in modo da poter apprezzare la narrazione in corso.
Troubled Blood farà senza dubbio salire le liste dei bestseller. Ma secondo questo recensore non farà altro che lasciare soddisfatti i veri fan dell'imperfetto Cormoran Strike. SP



Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.