La recensione

scritto Sandra Pereira, in Libri · 23-10-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Il ladro di piume

The Feather Thief
Da vero fan del crimine, mi ha incuriosito la premessa del libro di Kirk Wallace Johnson 'The Feather Thief'. Questo è davvero uno di quei casi in cui non si può giudicare il libro dalla copertina.
Soffrendo per il suo periodo in Iraq, Johnson stava pescando con la mosca quando la sua guida gli ha parlato di un crimine che era avvenuto. La storia ruota intorno alle rare e inestimabili piume rubate.

Il libro segue la storia di Edwin Rist, giovane suonatore di flauto americano ed esperto di mosche di salmone. Nel 2009 ha fatto irruzione nel British Natural History Museum di Londra per rubare 299 rare pelli di uccelli. Tra queste vi sono 37 degli amati "uccelli del paradiso" del naturalista Alfred Russell Wallace.
Conosciamo Walter Rothschild e la più grande collezione di pelli di uccelli del mondo che ha raccolto. Il libro esamina anche la storia di Alfred Russell Wallace (co-scopritore dell'evoluzione)
L'autore approfondisce la storia dell'irruzione. Ha impiegato cinque anni per indagare e scrivere questa storia. Incontra anche un assortimento di personaggi, "nel profondo del sottosuolo, un mondo di fanatici moscaioli e venditori di piume, cocainomani e cacciatori di grosse prede, ex-detective e loschi dentisti". Si tratta di un crimine totalmente bizzarro ma reale che ha avuto luogo e che vi terrà incuriositi fino alle sue pagine finali
La cattura di Rist non è un'impresa da poco. Ha fatto una fortuna vendendo il suo tesoro rubato online. Alla fine del libro si apprende anche il destino del resto delle piume.
Questo libro è altamente raccomandato da questo recensore e piacerà agli amanti del vero crimine, della storia, della scienza e del mistero. Il libro mi ha preso all'amo e mi ha tenuto agganciato fino all'ultima pagina.



Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.