I residenti delle case di cura si dirigono alle urne

scritto Paula Martins, in Notizia, Comunità · 22-01-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Mentre il Portogallo si prepara ad andare alle urne il 24 gennaio per votare alle elezioni presidenziali, sono state messe in atto nuove misure per aiutare i più vulnerabili a votare.

Alla casa di cura Centro Popular de Lagoa , i sorrisi si vedevano attraverso le finestre di chi esercitava il diritto di voto. Questa nuova iniziativa per promuovere il voto anticipato nelle case di cura è un nuovo modo di votare senza uscire di casa per i residenti delle case di cura o per coloro che sono infetti e, di conseguenza, non possono uscire di casa.

Allo stesso tempo, i vaccini sono arrivati questa settimana e promettono di essere motivo di speranza e di felicità.

"Questa è la luce della fine del tunnel", dice Telma Rio, direttore tecnico. Questa settimana la casa di cura ha avuto due momenti importanti, la votazione per le elezioni presidenziali che si è svolta all'inizio del 19 gennaio e la prima fase di vaccinazione nelle giornate del 20 e 21 gennaio.

Le votazioni si sono svolte regolarmente, gli anziani sono rimasti all'interno; con una finestra che li separava dal personale del Municipio che raccoglieva i voti all'esterno dell'edificio. Per questo atto elettorale, il direttore Telma ha fatto da intermediario tra elettori e collezionisti, garantendo la segretezza del voto.

In totale, il 19 gennaio, 22 persone hanno esercitato il diritto di voto, un numero che il direttore ha ritenuto positivo: "Nell'universo degli anziani che andavano a votare, ora abbiamo forse il doppio delle persone che votano all'interno della casa di riposo. Abbiamo molte persone che vogliono votare".

Questo perché in tutti questi anni persone che erano psicologicamente sane, ma con difficoltà motorie, hanno avuto difficoltà a lasciare la casa di cura per votare: "In questo momento è possibile mobilitare chi vuole davvero votare", ha spiegato Telma Rio.

Per quanto riguarda il processo di candidatura, Telma ha detto che è abbastanza semplice. Inoltre, si spera che in futuro questo tipo di voto possa continuare a garantire che un maggior numero di persone nelle case di riposo esercitino i loro diritti e a combattere gli alti numeri storici di astensioni.

La felicità di essere vaccinati

Anche se in questa casa di cura non c'è stata nessuna epidemia di Covid-19, le aspettative di vaccinazione sono molto alte. "Questa è una lotta quotidiana", confessa Telma Rio. "Abbiamo tutte le misure in atto, siamo conformi, siamo monitorati dalle entità, il nostro personale è consapevole, ma c'è una componente chiamata fortuna, e questa fortuna è stata con noi, ma non la controlliamo, e per questo motivo, il vaccino per noi qualcosa di spettacolare", ha detto.

I residenti di solito chiedono: "Quando arriva il vaccino?", "Quando posso uscire?", spiega Telma Rio: "La casa di cura è chiusa e si sentono molte notizie su Covid-19 e sui vaccini e questo fa sorgere dei dubbi, ma abbiamo ricevuto molte informazioni dalle entità che hanno contribuito a far sentire le persone al sicuro". In generale, il vaccino è stato accolto molto bene e chi non ha accettato ha avuto giustificati motivi.

Nei prossimi 21 giorni è previsto che la prossima dose arrivi a casa e fino ad allora si attenderanno le raccomandazioni del DGS prima di prendere nuove decisioni. Tuttavia, la cosa più importante è che questo gruppo, che è molto stanco di essere confinato, sarà più vicino alla libertà che questo virus ha preso da loro. Anche l'intero staff può finalmente fare un respiro profondo su questa situazione dopo mesi di paura e di lavoro per mantenere al sicuro questi 77 residenti della casa di cura.

Tenetevi aggiornati sui risultati delle elezioni visitando il sito www.theportugalnews.com.




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.