Lavoratori in protesta contro la chiusura della raffineria Matosinhos

scritto TPN/Lusa, in Business, Nord, Lisbona, Economia · 13-03-2021 12:00:00 · 0 Commmenti

I lavoratori della raffineria Galp di Matosinhos, che dovrebbe chiudere entro la fine dell'anno, contesteranno questa decisione nelle residenze del Primo Ministro e del Presidente della Repubblica, a Lisbona, il 18 marzo.

"No alla chiusura della raffineria" è il messaggio che i lavoratori vogliono portare rispettivamente ad António Costa e Marcelo Rebelo de Sousa, che accusano di "sottrarsi alle loro responsabilità", ha detto il sindacato dell'industria e del commercio del petrolio (SICOP), in una nota distribuita ai lavoratori e alla quale Lusa ha avuto accesso.

Secondo il documento, la manifestazione avrà due luoghi: uno alle 10:30 accanto alla residenza ufficiale del primo ministro e un altro alle 12:00 davanti alla residenza del presidente della Repubblica.

Galp ha annunciato nel dicembre 2020 l'intenzione di concentrare le sue operazioni di raffinazione e gli sviluppi futuri nel complesso di Sines e di interrompere la raffinazione a Matosinhos, distretto di Porto, quest'anno.

La decisione mette in pericolo 500 posti di lavoro diretti e 1.000 indiretti, secondo le stime del sindacato.

Per il sindacato, António Costa e Marcelo Rebelo de Sousa rifiutano di intervenire per annullare l'intenzione di chiudere la raffineria.

"Il primo ministro "spinge" per il ministero dell'Ambiente, come se la questione fosse solo ambientale, e il presidente della Repubblica non si adegua, né fa rispettare la Costituzione della Repubblica portoghese", ha agito.

Il sindacato difende la continuità della raffineria, l'occupazione con diritti e l'economia regionale e nazionale, ha spiegato.

Questa è già la quarta protesta dei lavoratori della raffineria che dicono che "faranno tutto il possibile" per difendere l'unità industriale.

Dopo una sessione plenaria dei lavoratori nel municipio di Matosinhos, il 12 gennaio, hanno manifestato il 2 febbraio davanti alla sede della Galp e alla residenza del primo ministro, e il 25 febbraio al municipio di Porto.

Lo stato è uno degli azionisti di Galp, con una quota del 7%, attraverso Parpública.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.