La paura di una guerra fredda tra la Cina e l'Australia aumenta, mentre le tensioni si intensificano

scritto TPN, in Mondo, Asia · 06-05-2021 16:08:00 · 0 Commmenti

La sospensione di un patto di cooperazione economica con l'Australia è stata annunciata dalla Cina dopo l'annuncio del mese scorso dell'intenzione di Canberra di revocare un accordo sull'iniziativa cinese "Nuova via della seta".

L'agenzia di pianificazione cinese ha dichiarato che l'Australia "mira a interrompere il normale commercio e la cooperazione con la Cina in una mentalità da 'guerra fredda' e discriminazione ideologica".

Come risultato delle intenzioni dell'Australia, Pechino ha deciso di sospendere indefinitamente il "Dialogo economico strategico sino-australiano" e le relative "attività", secondo l'agenzia di pianificazione.

Le tensioni tra i due paesi sono lentamente peggiorate dal 2018, a causa di una serie di disaccordi, come la tecnologia di rete mobile 5G alle accuse di spionaggio, il trattamento su Hong Kong, o l'origine della nuova SARS-COV-2, nota come COVID-19 che è il virus responsabile della pandemia.

La sospensione viene dall'annuncio del mese scorso da parte del governo australiano, spiegando che avrebbe terminato un accordo firmato dallo stato di Victoria (sud-est dell'Australia) per unirsi alla "Nuova via della seta".

Il progetto 'Nuova Via della Seta' è stato lanciato dal presidente cinese Xi Jinping nel 2013, che mira a rafforzare i legami commerciali attraverso tre continenti - Asia, Europa e Africa - costruendo porti, ferrovie, aeroporti o parchi industriali.

Pechino aveva allora denunciato una "misura irragionevole e provocatoria" presa da Canberra.

Le relazioni tra Pechino e Canberra si sono particolarmente intensificate da quando il primo ministro australiano Scott Morrison ha chiesto l'anno scorso un'indagine internazionale sulle origini del COVID-19.

La Cina - il primo paese colpito dalla pandemia, dato che il virus ha avuto origine a Wuhan - ha definito la richiesta dell'Australia ostile e politicamente motivata.

Per ritorsione, Pechino ha preso una serie di misure contro l'Australia, che potrebbero avere conseguenze economiche, come misure sui prodotti australiani tra cui orzo, manzo e vino.

Inoltre, Canberra ha approvato nuove leggi nel 2020 che permettono al paese di annullare qualsiasi accordo tra i rappresentanti di uno stato australiano e paesi terzi - che è considerato una minaccia per l'interesse nazionale.

Secondo la costituzione australiana, il governo federale è responsabile degli affari esteri e della difesa, mentre gli stati e i territori sono responsabili di settori come la salute e l'istruzione.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.