Le quattro proposte di legge discusse nell'Assemblea della Repubblica - dal Blocco di Sinistra, PCP, PAN e dalla deputata non iscritta Cristina Rodrigues - suggeriscono tutte il divieto di pubblicità del gioco d'azzardo e delle scommesse tra le 07:00 e le 22:30, simile alle norme riguardanti le bevande alcoliche, con il Blocco di Sinistra che chiede anche la fine della pubblicità sulle lotterie istantanee, in riferimento ai gratta e vinci.

La deputata Isabel Pires, del Blocco di Sinistra, ha indicato che la proposta del partito mira a "dare forza di legge a ciò che è stato inteso solo come una raccomandazione nell'accordo di autoregolamentazione del settore", estendendo anche le "restrizioni al formato online, che comporta maggiori rischi, e che ha avuto una chiara crescita guidata dalla pandemia".

"Non stiamo innovando, stiamo usando metodi che si sono dimostrati utili per affrontare il problema, e la pubblicità è centrale per disincentivare la richiesta di questo tipo di prodotto", ha detto.

Dal PCP, la deputata Paula Santos ha ricordato che nel 2014, quando è stata "legalizzata la legalizzazione del gioco e delle scommesse online", l'esecutivo guidato da Pedro Passos Coelho ha creato un "regime più permissivo, dove sono possibili incitamenti e stimoli per i giochi e le scommesse online".

In questo senso, il deputato comunista ha riferito che la proposta del PCP mira a "trovare soluzioni che permettono di raggiungere" l'obiettivo di "ridurre gli stimoli, in particolare per le persone, per quanto riguarda il gioco e le scommesse".

La deputata non iscritta Cristina Rodrigues ha elencato diverse statistiche - come il fatto che il Portogallo è il paese in Europa dove si spende più denaro "pro capite" in gratta e vinci, sottolineando che "è necessario investire nella prevenzione" della dipendenza da giochi e scommesse.

"Come tale, proponiamo che sia possibile pubblicizzare questo tipo di gioco solo dopo le 22:30 e fino alle 07:00, e la sua proposta è che, simile a ciò che accade con i pacchetti di tabacco, i bollettini di questi giochi hanno anche un avvertimento sul fatto che sono suscettibili di creare dipendenza", ha indicato.