Il cambiamento climatico è al primo posto nei nostri pensieri e in tutti i telegiornali. Vediamo gli incendi, le inondazioni, lo scioglimento degli iceberg e l'innalzamento del livello del mare, e questi ci sembrano problemi enormi per noi individui. Cosa possiamo fare, ci chiediamo, e sembra che il meglio che stiamo facendo finora sia riciclare i nostri rifiuti, usare lampadine a basso consumo e, per chi se lo può permettere, optare per auto a emissioni zero. Ecco un dato di cui non dovremmo essere orgogliosi: ogni 1,2 secondi, l'uomo distrugge un'area di foresta grande quanto un campo di calcio, con una deforestazione che si presenta in molte forme: incendi, tagli di radura per lo sviluppo e disboscamento insostenibile.

Ma c'è un modo in cui possiamo aiutare: piantando un albero, anzi di più! È stato calcolato che nel mondo ci sono circa 422 alberi per ogni persona sulla terra, e che un albero assorbe più di una tonnellata di anidride carbonica nel corso della sua vita. Chi l'avrebbe mai detto che la NASA, che dovrebbe guardare nelle profondità dello spazio, ci stesse anche guardando di nascosto, ma per una buona ragione. Per anni ha scattato foto dei nostri oceani, delle montagne e delle foreste e le ha condivise con ecologi e biologi.

Gli alberi riflettono la luce del sole secondo schemi distinti, consentendo ai satelliti di mappare - e ai computer di contare - le strisce di terra in cui si trovano gli alberi. I biologi campionano poi questi luoghi - foreste, sobborghi, parchi, persino strade cittadine - per ipotizzare una densità di alberi e moltiplicarla per acro o ettaro. Secondo uno studio pubblicato nel 2021 sulla rivista Nature , si stima che sul nostro pianeta ci siano oltre 3,04 trilioni di alberi. Prima dell'arrivo dell'uomo, si stima che ci fossero 6.000 miliardi di alberi, quindi sembra che li stiamo consumando più velocemente di quanto li sostituiamo.

I polmoni della Terra

Gli alberi sono i polmoni della Terra, dicono, assorbono gli inquinanti attraverso le loro foglie, intrappolando e filtrando i contaminanti nell'aria. E come tutte le piante verdi, producono ossigeno attraverso la fotosintesi.

Gli alberi abbassano la temperatura e l'umidità dell'aria e possono anche influenzare la velocità del vento. L'evaporazione dell'acqua dagli alberi, chiamata traspirazione, ha un effetto rinfrescante. Le città sviluppano "isole di calore" perché i tetti e i marciapiedi scuri assorbono il calore e lo irradiano. È stato dimostrato che gli alberi nei parcheggi riducono la temperatura dell'asfalto di 36 gradi e quella degli interni delle auto fino a 47 gradi.

Dal punto di vista economico, tre o più grandi alberi posizionati sui lati soleggiati di una casa possono ombreggiarla dal caldo sole estivo, riducendo i costi di condizionamento dell'aria fino al 30%. Gli alberi di conifere, poiché conservano i loro aghi per tutto l'anno, servono a ridurre il vento quando sono posizionati sui lati nord e nord-ovest di un edificio, riducendo notevolmente i costi di riscaldamento invernale.

Una cintura di alberi larga 100 m e alta 50 m può ridurre il rumore intenso della strada fino a 10 decibel, dimezzando il volume del suono. Gli alberi piantati in modo denso possono anche bloccare le viste antiestetiche.

Rinnovabili

Gli alberi non sono come il petrolio: sono rinnovabili. Se pensate che stiamo consumando più del nostro appezzamento (e probabilmente è così, se pensate a tutte le cose per cui usiamo il legno), potete sempre piantarne un altro po'. Forse siamo in ritardo nel conteggio degli alberi, ma è possibile uscire nel bosco, nel cortile o sul pendio con un seme e una pala e contribuire a riparare il danno. Le persone non dovrebbero avere l'atteggiamento di "oh, non toccherò mai più un prodotto creato con gli alberi", perché gli alberi sono essenziali per la fauna selvatica, per le persone e certamente per il nostro ambiente.

Prima che tutti voi diate in escandescenze e piantiate semi di alberi, alberelli o alberi adulti nel tentativo di salvare il pianeta, ci sono alcune cose che dovete sapere. Innanzitutto, non potete semplicemente uscire e piantare alberi dove pensate che dovrebbero essere! Gli alberi possono essere piantati nella vostra zona solo con il permesso dei proprietari terrieri, e non dovreste piantare alberi in siti archeologici, luoghi con specie rare o protette, prati che non sono mai stati arati, zone umide e brughiere. Infine, se piantate, lasciate spazio per la crescita e prendete nota di ciò che cresce bene in Portogallo!


Author

Marilyn writes regularly for The Portugal News, and has lived in the Algarve for some years. A dog-lover, she has lived in Ireland, UK, Bermuda and the Isle of Man. 

Marilyn Sheridan