Campagna per i britannici in Portogallo per la registrazione come residenti

in Notizia · 19-10-2020 17:49:00 · 0 Commmenti

Il Servizio stranieri e frontiere (SEF) e l'Ambasciata del Regno Unito hanno lanciato, il 19 ottobre, una campagna per i cittadini britannici che vivono in Portogallo, o che intendono farlo entro la fine dell'anno, per registrarsi come residenti. La campagna fa parte dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.


I cittadini britannici che già vivono nel Paese e che intendono continuare a vivere dopo la fine dell'anno, così come quelli che, fino al 31 dicembre, arrivano in Portogallo e intendono risiedere qui, devono richiedere il rispettivo Certificato di Registrazione al consiglio comunale della loro zona di residenza.

In un comunicato stampa della SEF e dell'Ambasciata britannica di Lisbona si spiega che la registrazione come residente deve essere effettuata in modo che i cittadini britannici possano dimostrare di essere coperti dall'Accordo di uscita tra l'Unione Europea e il Regno Unito, garantendo così i loro diritti, compreso il diritto al lavoro, all'assistenza sanitaria, all'istruzione e alle agevolazioni fiscali dopo la fine del periodo di transizione, il 31 dicembre 2020. L'UE e il Regno Unito hanno deciso di stabilire un periodo di transizione che termina alla fine dell'anno.

I documenti di residenza dei cittadini britannici già registrati continueranno ad essere accettati anche dopo la fine del periodo di transizione.

Il rapporto indica che in Portogallo vivono 34.358 britannici.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.