Affrontare le sfide post pandemia

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 23-12-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Affrontare la disoccupazione e riconfigurare il settore sanitario saranno le principali sfide post pandemiche secondo António Costa e Silva.

Il consulente del governo e autore del piano di ripresa economica ha messo in guardia dalle "grandi sfide" che la nazione dovrà affrontare nel prossimo futuro, ma ha anche evidenziato miglioramenti positivi.

"Avremo una grande sfida per la salute". La portata delle sfide sanitarie è stata notevolmente ampliata. Abbiamo una grande domanda: Che cos'è la sicurezza oggi quando è in gioco la sicurezza della stessa specie umana? Ciò implica una brutale riconfigurazione del Servizio Sanitario Nazionale. Dobbiamo cambiare le metriche e porci la domanda: "Investire nella salute oggi è una spesa o una risorsa?" ha detto António Costa e Silva al convegno "Come vivremo dopo la pandemia?

L'ingegnere, autore del piano di ripresa economica dell'esecutivo socialista di António Costa, ha anche evidenziato la questione della disoccupazione come "una delle cose più importanti" che il Portogallo dovrà affrontare nel post-Covid-19, ma ha avvertito: "il problema della disoccupazione è a valle".

"Questa crisi ha reso visibile che ci sono vincoli strutturali fondamentali nel nostro sviluppo", ha detto Costa e Silva, dando come esempio le imprese decapitalizzate, che inibiscono il debito pubblico, la mancanza del mercato interno, il basso livello di investimenti e il basso livello di produttività, così come l'alto livello di tassazione in Portogallo. "Dobbiamo rivedere tutti questi problemi e cambiarli", ha detto Costa e Silva.

António Costa e Silva ha commentato che molto è stato detto su ciò che è negativo, ma ci sono "aspetti fondamentali che la crisi [pandemica] ha esposto che sono positivi", avendo elencato la digitalizzazione delle aziende come una "opportunità per aumentare la produttività" e creare guadagni di scala e di efficienza, così come l'accelerazione della rivoluzione tecnologica. "Ma per fare la transizione significativa non dobbiamo dimenticare la punta dell'iceberg: abbiamo una crisi ambientale e climatica drammatica per il pianeta. Le emissioni sono diminuite durante la pandemia, ma temo che torneremo a un consumo esponenziale di risorse", ha detto.

La conferenza "Come vivremo dopo la pandemia" è stata introdotta dall'ex ministro dell'Economia ed ex presidente della Commissione di coordinamento regionale e di sviluppo del Nord, Luís Braga da Cruz, che ha parlato dei livelli di governance del Paese, considerando che il Portogallo "non esplora bene il principio di sussidiarietà che definisce il modello europeo".

"È ogni livello a fare bene ciò che sa fare bene e non trasferirlo al livello superiore". In Portogallo, abbiamo fatto i turni che abbiamo fatto, abbiamo optato per il modello centralista. Il modello centralista genera molte disfunzioni. È costoso ed è difficile risolvere i problemi nel modello centralista perché tutto è più complesso", ha difeso Braga da Cruz. L'ex sovrano ha dato esempi relativi alla pandemia di Covid-19, indicandoli come "buoni", ma poi ha concluso che le Amministrazioni sanitarie regionali "per tanta autonomia quanto hanno, non hanno alcuna responsabilità politica di rispondere".

"Quando l'ospedale di São João ha ottenuto l'autonomia per organizzarsi nella lotta contro la pandemia è stato un successo. È un caso di successo. Credo che anche il livello municipale abbia dato una risposta adeguata (...). A livello regionale, che è strategico, siamo dipendenti dal centro e il centro non ha la capacità di fare tutto bene (...). È un deficit che qualsiasi paese evoluto ha già risolto e che noi non abbiamo ancora risolto", ha detto.

Riunendo l'analisi di Braga da Cruz, Costa e Silva ha detto che "il Paese deve riflettere profondamente sul suo modello di governance" e che il Portogallo "non potrà uscire dal divario senza contratti di sviluppo regionale".

"Non credo che il Paese sia preparato alla regionalizzazione, ma deve decentralizzarsi", ha detto.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.