Le disuguaglianze sono un motivo per non chiudere le scuole

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 20-01-2021 16:52:00 · 0 Commmenti

Il Segretario all'Educazione giustifica l'apertura delle scuole perché ci sono "bambini che non mangiano" e anche alcuni che non hanno "spazio solo in casa" e si trovano in contesti sfavorevoli, secondo Observador.

João Costa, segretario all'Istruzione, ha confrontato la situazione dell'istruzione con i risultati della seconda guerra mondiale e ha ricordato che questo è uno dei pilastri della democrazia.

Secondo il segretario "Non è solo perché non hanno il computer, o Internet, non è solo perché non hanno un computer, o Internet, è non avere uno spazio da soli in casa, avere un contesto rumoroso, a volte violento, non avere nessuno che li accompagni, che deve tirarli giù dal letto per accendere il computer, non avere nessuno che risolva queste questioni".

Per il governo è necessario vedere la scuola "non solo come uno spazio per l'apprendimento, ma come uno spazio per la protezione sociale", dove "le situazioni di abuso sono spesso identificate dall'atteggiamento dello studente".

Citando la Società portoghese di pediatria, João Costa ha ricordato che alcuni bambini hanno avuto "profonde regressioni in termini di sviluppo" durante la primavera.

E ha avvertito che "ci sono bambini che non mangiano quando la scuola è chiusa", ribadendo il precedente intervento nel dibattito del deputato all'Assemblea legislativa di Madeira e rappresentante della candidatura di Ana Gomes in quella regione autonoma, Elisa Seixas.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.