Tasso di trasmissione a 0,77, il più basso dall'inizio della pandemia

scritto TPN/Lusa, in COVID-19, Notizia · 12-02-2021 11:21:00 · 0 Commmenti

Il tasso del paese è ora al livello più basso dall'inizio della pandemia", ha detto il primo ministro António Costa alla fine della riunione del Consiglio dei ministri l'11 febbraio.

"Questa diminuzione di nuovi casi in queste due settimane si è anche tradotta in una riduzione significativa del rischio di trasmissibilità, il famoso Rt, che attualmente è a 0,77, il più basso che il paese abbia avuto dall'inizio della pandemia ed è molto visibile nella riduzione effettiva dei nuovi casi giornalieri, che dopo una crescita molto forte nel mese di gennaio, ha avuto un calo molto significativo nelle ultime settimane", ha detto António Costa in una conferenza stampa sull'estensione dello stato di emergenza.

In considerazione di ciò, António Costa ha detto che "l'isolamento sta producendo risultati e i ringraziamenti sono dovuti ai portoghesi per il senso civico con cui lo stanno adempiendo".

"Tuttavia la situazione rimane estremamente grave", ha detto il primo ministro, notando che il Portogallo continua ad avere negli ultimi 14 giorni un livello di 960 infezioni per 100.000 abitanti, che secondo la tabella del Centro europeo per il controllo delle malattie è un livello estremamente grave, e che nonostante la "traiettoria discendente" delle ultime settimane nel numero di casi giornalieri, il livello dei ricoveri ospedalieri è ancora alto.

"Questo alto numero di ricoveri si traduce anche in un numero molto alto di ricoveri in unità di terapia intensiva. Ci è stato chiesto molte volte durante questa pandemia quale fosse il limite e ogni settimana il limite è stato superato. E la verità è che con uno sforzo straordinario dei nostri professionisti e la mobilitazione di tutte le risorse, è stato possibile rispondere a ciò che è necessario", ha detto António Costa.

Riguardo al "numero estremamente alto di morti" che il paese continua a registrare, António Costa ha detto che il paese non può "conformarsi" con numeri "assolutamente inaccettabili".

"Se li confrontiamo con il numero massimo di morti che abbiamo avuto nella prima ondata, quando tutti ci siamo mobilitati per combattere questa pandemia, con i numeri che continuiamo ad avere oggi, ci rendiamo conto che questi valori sono assolutamente inaccettabili", ha sostenuto.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.