Solo dal due al tre per cento del pianeta ecologicamente intatto

scritto TPN/Lusa, in Salute e ambiente, Notizia, Mondo, Renature · 15-04-2021 12:10:00 · 0 Commmenti

Solo dal due al tre per cento della superficie terrestre rimane intatto dal punto di vista ecologico, 10 volte meno di quanto stimato in precedenza, indica uno studio pubblicato il 15 aprile.

Gli autori della ricerca, pubblicata dalla rivista scientifica "Frontiers", considerano preoccupante che solo l'11% dei siti valutati nello studio si trovino in aree protette, e spiegano che molte delle aree identificate coincidono con territori gestiti da comunità indigene, che svolgono un ruolo chiave nel loro mantenimento.

Le aree identificate come funzionalmente intatte includono la Siberia orientale e il Canada settentrionale per i biomi boreale e tundra, e parte delle foreste pluviali amazzoniche e il bacino del Congo e il deserto del Sahara.

Gli autori dello studio ricordano che da più di 30 anni le aree naturali, che non sono state notevolmente modificate dall'uomo, sono state identificate come prioritarie nelle azioni di conservazione e protezione, cosa che è riconosciuta dalla Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità biologica.

"Sappiamo che l'habitat intatto si sta perdendo sempre più e l'importanza dell'habitat intatto è stata dimostrata sia per la biodiversità che per le persone", ha detto Andrew Plumptre, dell'Università di Cambridge (UK), autore principale dello studio.

La ricerca ha concluso che molti degli habitat considerati intatti hanno specie mancanti, sia per azione umana o a causa di specie invasive o malattie, ha avvertito.

Anche se non esiste una definizione comune per l'integrità dell'habitat, le mappe create finora hanno stimato che tra il 20 e il 40 per cento della superficie terrestre è rimasto libero da grandi disturbi umani (come abitazioni, strade o inquinamento luminoso o acustico).

Con un approccio diverso, supponendo che una comunità ecologica intatta contenga le specie che possono verificarsi in un dato luogo, senza perdite, e con riferimento a un tempo precedente (anno 1500), gli autori hanno anche valutato l'integrità della fauna e la sua densità.

Nonostante i numeri, gli autori affermano che fino al 20% della superficie terrestre potrebbe essere ripristinata per mantenere l'integrità della fauna, attraverso la reintroduzione, e la protezione, di alcune specie.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.