Regole di chiusura attenuate, ma invertite a Portimão

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 16-04-2021 10:16:00 · 0 Commmenti

Mentre la maggior parte del Portogallo passa alla terza fase di allentamento del blocco, quattro contee vedranno le misure invertite di nuovo alla fase 1, mentre altre sette rimarranno nella fase 2.

Il primo ministro António Costa ha detto che le nuove regole entreranno in vigore "da lunedì".

I comuni di Moura, Odemira, Portimão e Rio Maior hanno tutti registrato un tasso di incidenza di casi di Covid-19 superiore a 240 per 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni. Ciò significa che tutti questi comuni torneranno ora alla fase 1 di blocco - che porta alla chiusura delle terrazze ancora una volta.

I comuni di Alandroal, Albufeira, Beja, Carregal do Sal, Figueira da Foz, Marinha Grande e Penela rimangono nella seconda fase, che è in vigore dal 5 aprile, perché hanno tutti registrato un tasso di incidenza superiore a 120 casi per 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni.

Nonostante sia stato impedito l'avanzamento alla terza fase, questi 11 comuni a più alto rischio seguiranno il piano di riapertura delle scuole e torneranno anche all'istruzione frontale per gli studenti della scuola secondaria e superiore - come nel resto del continente portoghese - , perché "le misure relative al sistema educativo saranno sempre misure nazionali".

La prossima valutazione del piano di allentamento del blocco sarà fatta tra 15 giorni e il governo si aspetta che i comuni a più alto rischio possano essere in una situazione diversa per allora, con una riduzione del tasso di incidenza, che permetterà loro di procedere alla fase successiva.

Tornare alla fase 1

Le restrizioni e le misure previste nella prima fase del piano di allentamento dell'isolamento saranno applicate di nuovo, a partire da lunedì, nei comuni di Moura, Odemira, Portimão e Rio Maior.

L'allentamento implica la chiusura di terrazze, negozi fino a 200 metri quadrati (m2) con una porta sulla strada, palestre, musei, monumenti, palazzi, gallerie d'arte e simili.

Ci sarà anche il divieto di fiere e mercati non alimentari, così come di sport a basso rischio.

In queste quattro contee, è di nuovo vietato muoversi fuori dal comune, una restrizione che si applica quotidianamente, a partire da lunedì e per i prossimi 15 giorni, anche se sono previste eccezioni, come per lavoro o per dare assistenza ai familiari.

Ancora consentito in questi comuni:

- Vendita dalla porta

- Saloni di parrucchiere, manicure e simili, previo appuntamento;

- Negozi al dettaglio di libri e supporti musicali;

- Parchi, giardini, spazi verdi e di svago;

- Biblioteche e archivi.

Rimanendo nella fase 2

I comuni di Alandroal, Albufeira, Beja, Carregal do Sal, Figueira da Foz, Marinha Grande e Penela mantengono le misure in vigore, senza poter procedere alla terza fase del piano di allentamento della chiusura.

Ancora permesso in questi comuni:

- Funzionamento di negozi fino a 200 m2 con una porta sulla strada;

- Fiere e mercati non alimentari (per decisione comunale);

- Funzionamento di terrazze, con un limite massimo di quattro persone per tavolo, fino alle 22:30 nei giorni feriali e fino alle 13:00 nei fine settimana;

- Pratica di sport considerati a basso rischio;

- Attività fisica all'aperto per un massimo di quattro persone;

- Funzionamento di palestre senza classi di gruppo;

- Funzionamento di strutture sociali nell'area della disabilità.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.