Il blocco del fine settimana di Lisbona continuerà

in Notizia, Lisbona, COVID-19 · 25-06-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Il ministro della salute ha detto che la situazione epidemiologica del Covid-19 nelle regioni di Lisbona e Vale do Tejo dovrebbe portare alla continua applicazione di misure restrittive nella capitale.

"I numeri in questo momento suggeriscono che la situazione a Lisbona non è ancora finita", il che significa che "le misure specifiche in atto devono essere mantenute, come sono state mantenute in altre parti del paese quando erano a rischio speciale" ha detto Marta Temido al momento di andare in stampa.

"Dobbiamo essere consapevoli che abbiamo a che fare con un fenomeno la cui evoluzione è ancora piena di incertezze. Non è possibile garantire che il futuro sarà così o così, l'unica cosa che possiamo garantire è che faremo di tutto perché questo non sia necessario, ma conosciamo la nostra realtà. I numeri continuano ad aumentare, non siamo ancora in un momento in cui li vediamo diminuire e, quindi, dobbiamo essere attenti", ha detto il ministro.

Sottolineando l'importanza della vaccinazione, dei test e di "alcune misure non farmacologiche", il funzionario del governo ha anche reagito alle critiche della cancelliera tedesca Angela Merkel riguardo all'apertura del Portogallo per ospitare la finale della Champions League di calcio e, di conseguenza, migliaia di tifosi inglesi.

"Controllare il movimento delle popolazioni è una delle sfide che dobbiamo affrontare. Siamo in una fase di lotta contro la pandemia in cui c'è un crescente desiderio di riprendere la vita normale e questa è una difficoltà. Se sapessimo tutto quello che sappiamo oggi, avremmo potuto agire in certi momenti in modo diverso? Probabilmente sì, ma non si può riscrivere la storia", ha detto.

Marta Temido ha anche ribadito l'idea che il paese cerca di "guadagnare tempo attraverso misure non farmacologiche", come l'uso di maschere e distanziamento, per poter vaccinare più persone e ha fatto appello alla popolazione per effettuare test regolarmente, anche se senza definire una periodicità fissa.

"Quello che chiediamo è che la gente approfitti dei test gratuiti in molte zone o della possibilità di prescrizioni che esiste attraverso i servizi sanitari. Le persone che non sono ancora vaccinate possono sottoporsi a un test prima di sottoporre altri a un'esposizione che può essere rischiosa", ha concluso.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.