Gli investimenti del visto d'oro crollano a maggio

scritto TPN/Lusa, in Business, Economia, Proprietà · 06-07-2021 12:00:00 · 0 Commmenti

L'investimento catturato attraverso i visti 'oro' è sceso dell'81% in maggio, in termini omologhi, a 27,7 milioni di euro, secondo i calcoli fatti da Lusa sulla base dei dati SEF.

Nel maggio dello scorso anno, l'investimento era stato di 146,1 milioni di euro.

Rispetto ad aprile (51,2 milioni di euro), l'investimento risultante dal programma di permesso di soggiorno per investimenti (ARI) è diminuito del 45,8%.

Secondo i dati del Servizio Stranieri e Frontiere (SEF), a maggio sono stati concessi 52 visti dorati, di cui 46 per l'acquisto di beni immobili (11 per la riabilitazione urbana), cinque per trasferimenti di capitale e uno per la creazione di posti di lavoro.

L'acquisto di beni immobili ha totalizzato 26 milioni di euro a maggio, di cui 4,2 milioni di euro di acquisizione per la riabilitazione urbana, mentre il trasferimento di capitale è stato responsabile per 1,6 milioni di euro.

Per paesi, 24 visti d'oro sono stati concessi alla Cina, quattro al Sudafrica, tre al Canada, tre agli Stati Uniti e due al Vietnam.

Nei primi cinque mesi dell'anno sono stati concessi 378 visti d'oro, di cui 55 in gennaio, 100 in febbraio, 73 in marzo e 98 in aprile.

Gli investimenti raccolti tra gennaio e maggio sono stati pari a 201,1 milioni di euro, in calo del 31,5% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Il programma di concessione ARI, lanciato nell'ottobre 2012, ha registrato fino al maggio scorso - in termini cumulativi - un investimento di 5.840.181.311,08 euro. Di questo importo, la maggior parte corrisponde all'acquisto di immobili, che dopo più di otto anni di programma ammonta a 5.283.041.677,44 euro, con l'acquisto per la riabilitazione urbana che ammonta a 309.889.741,74 euro.

L'investimento risultante dal trasferimento di capitale è di 557.139.633,64 euro.

Dalla creazione del programma di concessione ARI, che mira ad attrarre investimenti stranieri, sono stati concessi 9.767 ARI: due nel 2012, 494 nel 2013, 1.526 nel 2014, 766 nel 2015, 1.414 nel 2016, 1.351 nel 2017, 1.409 nel 2018, 1.245 nel 2019, 1.182 nel 2020 e 378 nel 2021.

A maggio, 9.170 visti erano stati concessi a titolo di acquisto di beni immobili, di cui 859 in vista della riabilitazione urbana.

Per requisito di trasferimento di capitale, i visti concessi ammontano a 578 e l'ARI ottenuto per creazione di posti di lavoro sale a 19.

Per nazionalità, la Cina guida l'assegnazione di visti (4.923), seguita da Brasile (1.021), Turchia (464), Sudafrica (403) e Russia (375).

Dall'inizio del programma sono stati concessi 16.615 permessi di soggiorno ai membri della famiglia riuniti, di cui 565 quest'anno.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.