Dieci eccezioni per spostarsi tra i Comuni

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 23-11-2020 14:51:00 · 0 Commmenti

Il divieto di circolazione tra il 27 novembre e il 2 dicembre e tra il 4 e l'8 dicembre ha una serie di eccezioni, come i viaggi per lavoro, i viaggi per motivi di salute o altri motivi "di urgenza".

Secondo il decreto governativo che regola il nuovo stato di emergenza dovuto alla pandemia di Covid-19 che entrerà in vigore alle 00:00 del 25 novembre, sarà vietata la circolazione tra le 11:00 del 27 novembre e le 5:00 del 2 dicembre e tra le 23:00 del 4 dicembre e le 23:59 dell'8 dicembre, "salvo che per motivi di salute o altri motivi di imperativa urgenza".

Il decreto stabilisce 10 eccezioni al divieto di circolazione tra i comuni del Portogallo continentale, vale a dire i viaggi per lo svolgimento di funzioni professionali con una dichiarazione rilasciata dal datore di lavoro o dal lavoratore dipendente, nel caso di lavoratori autonomi.

Gli operatori sanitari e i lavoratori degli istituti sanitari e di assistenza sociale, gli insegnanti e il personale non docente degli istituti scolastici, gli agenti della protezione civile, le forze di sicurezza, i militari e gli ispettori dell'Autorità per la sicurezza alimentare ed economica (ASAE) non necessitano di una dichiarazione del datore di lavoro per circolare.

I titolari di organismi sovrani, i dirigenti delle parti sociali e dei partiti politici rappresentati nell'Assemblea della Repubblica e le "persone con libero transito rilasciato a termini di legge" possono circolare anche tra i comuni, così come i ministri del culto, il personale delle missioni diplomatiche e consolari e delle organizzazioni internazionali con sede in Portogallo.

Sono inoltre consentiti i viaggi verso istituti scolastici, centri diurni, per partecipare ad atti processuali e per partecipare a servizi pubblici, a condizione che siano in possesso di una prova della loro nomina.

Possono essere effettuati anche gli spostamenti necessari per "lasciare il territorio nazionale continentale" e per "i cittadini non residenti in luoghi di comprovata permanenza", come "gli spostamenti per altri motivi familiari imperativi, in particolare per responsabilità genitoriali".

È consentito anche il "ritorno in patria".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.