Le aziende turistiche ricevono un sostegno di 2,5 miliardi di euro

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 17-12-2020 10:00:00 · 0 Commmenti

Il Segretario di Stato per il Turismo ha dichiarato che dei 22 miliardi di euro che saranno messi a disposizione per sostenere l'occupazione entro la fine dell'anno, 2,5 miliardi di euro saranno destinati al settore del turismo.

Rita Marques è intervenuta davanti ai membri della Commissione per l'Economia, l'Innovazione, i Lavori Pubblici e l'Abitazione, nell'Assemblea della Repubblica, in un'audizione su richiesta del CDS-PP, quando ha spiegato che, pur eliminando le moratorie di natura fiscale e bancaria, i 22 miliardi di euro messi a disposizione delle imprese entro il 31 dicembre vedranno "2,5 miliardi di euro diretti al settore del turismo".

Questi valori si inseriscono nell'insieme degli strumenti creati dal Governo per sostenere il mantenimento dei posti di lavoro e la capacità produttiva delle imprese. Il Segretario di Stato per il Turismo ha anche detto che la linea di sostegno al Tesoro del Turismo del Portogallo ha già approvato 55,6 milioni di euro.

Per il programma Apoiar.pt, che ha già ricevuto 36.944 domande, di cui il 46 per cento associate al settore del turismo, ha già approvato finanziamenti per circa 100 milioni di euro, di cui 43 milioni sono già stati pagati. "A partire da ieri [martedì], abbiamo avuto circa 7.600 domande i cui termini di accettazione sono già stati firmati, con pagamenti effettuati per 43 milioni di euro", ha detto Rita Marques.

Per il futuro, il governo ha detto che è in fase di elaborazione un piano di ripresa, che si baserà su cinque pilastri: investimenti (rafforzare la fiducia negli investimenti e individuare i punti di collegamento con le imprese), conoscenza, territorio (iniziative che puntano sulla coesione territoriale), connettività (aumentare la competitività del trasporto aereo) e promozione.

Entro settembre 2020, le aziende del settore turistico hanno subito una riduzione dei ricavi di 7,7 miliardi di euro, che rappresenta un calo del 56% dei ricavi, e significa un declino decennale, ha detto Rita Marques. Per quanto riguarda l'occupazione, ha proseguito, nel terzo trimestre del 2020 ci sono stati 285.000 posti di lavoro associati al turismo, con un calo del 14,8% e una diminuzione di 49.300 lavoratori del settore.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.