Il primo ministro avverte che la chiusura è probabile per tutto marzo

scritto TPN/Lusa, in COVID-19, Notizia · 12-02-2021 11:59:00 · 0 Commmenti

Il PM António Costa, ha detto che presume che l'attuale livello di chiusura dovrà essere mantenuto durante il mese di marzo, aggiungendo che questo non è il momento di iniziare a "discutere l'apertura totale o parziale".

"Dobbiamo mantenere l'attuale livello di isolamento, certamente per i prossimi 15 giorni e dobbiamo realisticamente supporre che dovremo mantenerlo anche durante il mese di marzo", ha detto António Costa ai giornalisti al Palazzo Ajuda di Lisbona al termine del Consiglio dei ministri per decidere le nuove misure per lo stato di emergenza che è stato rinnovato fino al 1° marzo dal Parlamento.

Nel messaggio iniziale, António Costa ha dato un segnale positivo sull'attuale blocco e ha riconosciuto lo "sforzo civico" dei portoghesi, affermando che il blocco sta producendo risultati, con una "riduzione dei nuovi casi" che si traduce in una significativa riduzione del rischio di trasmissibilità.

Nonostante questi risultati, il primo ministro ha avvertito che "la situazione rimane estremamente grave".

"E questa gravità, se si traduce nell'aumento dei pazienti ospedalizzati, se si traduce nell'aumento dei pazienti in terapia intensiva, si traduce anche nell'altissimo numero di morti giornaliere. È anche in diminuzione, ma non possiamo rassegnarci ai numeri che abbiamo ancora. Sono assolutamente inaccettabili", ha sottolineato.

Confrontando con il massimo di morti giornalieri che c'era durante la prima ondata, quando tutti i portoghesi si sono mobilitati "per combattere questa pandemia", i numeri che il Portogallo ha attualmente "sono assolutamente inaccettabili" ha concluso.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.