Le restrizioni alla frontiera spagnola saranno estese fino a Pasqua

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 11-03-2021 14:48:00 · 0 Commmenti

Il ministro dell'amministrazione interna, Eduardo Cabrita, ha detto l'11 marzo a Madrid che le attuali restrizioni alle frontiere terrestri tra Portogallo e Spagna dovrebbero essere estese fino a Pasqua per motivi di lotta contro la Covid-19.

"Quello che, in linea di principio, faremo è estendere queste restrizioni fino a Pasqua", ha detto Eduardo Cabrita a margine delle cerimonie di commemorazione della Giornata europea delle vittime del terrorismo.

Il funzionario del governo ha riconosciuto che "c'è un'evoluzione positiva" degli indicatori della lotta contro la pandemia, sia in Spagna che in Portogallo, "che oggi ha uno dei livelli più bassi in Europa".

"Spero che questa evoluzione si consolidi permettendo poi di riaprire, ciò che tutti vogliamo, un movimento con precauzione, ma un movimento pieno tra Portogallo e Spagna", ha detto Eduardo Cabrita.

Il ministro portoghese, che si trova a Madrid nell'ambito dell'attuale presidenza portoghese dell'Unione europea, avrà l'opportunità di affrontare informalmente questo tema e anche quello delle restrizioni di movimento tra tutti gli Stati membri dei 27 in un pranzo che ha con il ministro spagnolo dell'amministrazione interna, Fernando Grande-Marlaska e il Commissario europeo nella stessa area, Ylva Johansson.

Le frontiere tra Portogallo e Spagna sono chiuse dal 31 gennaio a causa della pandemia, solo la circolazione tra i due paesi, ai punti di attraversamento autorizzati, al trasporto internazionale di merci, lavoratori transfrontalieri e stagionali debitamente documentati, e veicoli di emergenza e servizio di soccorso e di emergenza essendo consentito.

Queste misure sono state prese in modo coordinato tra i due paesi, dopo che Lisbona ha deciso il 28 gennaio di limitare i viaggi al di fuori del Portogallo continentale con qualsiasi mezzo di trasporto e di ripristinare il controllo alle frontiere terrestri.

All'epoca Lisbona e Madrid avevano stabilito otto punti di passaggio permanenti tra i due paesi, cioè a Valença, Vila Verde da Raia, Quintanilha, Vilar Formoso, Marvão, Caia, Vila Verde e Castro Marim, e altri sei punti di passaggio con orari specifici.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.