Volta ao Algarve vuole rivelare "un nuovo campione del futuro"

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Sport · 01-05-2021 20:00:00 · 0 Commmenti

La 47esima edizione del tour ciclistico Volta ao Algarve colpirà la strada la prossima settimana con l'obiettivo di rivelare ancora una volta una nuova figura importante dello sport, il presidente della Federazione Ciclistica Portoghese (FPC) ha detto

"Le grandi figure del ciclismo mondiale di oggi hanno vinto qui alla Volta ao Algarve ed era molto importante per noi - e molto interessante - che avremmo rivelato di nuovo un nuovo campione del futuro. Chi lo sa, può accadere", ha detto Delmino Pereira, a margine della presentazione della gara, tenutasi nel parco lungo il fiume di Faro.

Il leader ha ricordato che Tadej Pogacar, Primoz Roglic, Michal Kwiatkowski e Geraint Thomas hanno recentemente vinto in Algarve e poi si sono distinti nel Tour de France, citando anche il caso di Remco Evenepoel, vincitore dell''Algarvia' nel 2020 e "un'altra speranza del ciclismo mondiale".

Il presidente della FPC ha detto che la corsa ha "un curriculum che aggiunge valore e prestigio alla Volta ao Algarve" e si aspetta "una grande corsa ciclistica e un grande spettacolo sportivo", data la presenza di "un gruppo brutale", con 175 corridori di 25 squadre.

Il portoghese Rui Costa avrà il dorsale numero uno del tour ciclistico Volta ao Algarve, guidando UAE Emirates, con Deceuninck-QuickStep che presenta, in teoria, la squadra più forte.

Secondo la entry list provvisoria, la squadra belga porta in Algarve tre ciclisti 'top-50', in particolare il 'velocista' irlandese Sam Bennett (17°), che ha già cinque vittorie in questa stagione e ha vinto la classifica a punti del Tour de France 2019, e il danese Kasper Asgreen (23°), recente vincitore del Giro delle Fiandre, uno dei 'monumenti' del ciclismo.

"Avremo squadre e ciclisti da tutti i principali mercati fonte di turismo per l'Algarve", ha detto Delmino Pereira.

Poiché la 'Algarvia' arriva ora a maggio, in un momento diverso dal solito a causa della pandemia, le possibilità che le squadre portoghesi sorprendano nella corsa "sono maggiori di quelle [di solito] di febbraio", ha stimato il leader.

"Le nostre squadre, nel mese di febbraio, hanno pochi allenamenti e chilometri e in questo periodo ne hanno di più, quindi c'è più equilibrio. La probabilità di avere corridori portoghesi nell'Algarve Tour è maggiore, il che finisce per essere più interessante per tutti noi. All'inizio, sarà una lotta più equilibrata e penso che ci sarà una mancanza di definizione fino alla cima di Malhão, fino all'ultimo metro", ha detto il presidente della federazione.

Colpite dalla pandemia di Covid-19, le maggiori difficoltà dell'organizzazione sono state legate alla difficoltà di trovare più sponsor e alla pianificazione, ma Delmino ha sottolineato che la "determinazione e la resilienza" hanno permesso di scegliere una data "ottimale" che garantisce "tranquillità".

"Abbiamo avuto una luce che ci ha illuminato nella scelta della nuova data di gara. La Volta ao Algarve coinciderà con la fine dello stato di emergenza e con la ripresa", ha sottolineato, ricordando che il pubblico potrà assistere alla gara sulle strade e sulle vie, con un maggiore condizionamento nelle zone di partenza e di arrivo.

La gara sarà trasmessa da Eurosport in circa sei dozzine di paesi e, in Portogallo, la trasmissione è assicurata da CMTV.

Di solito tenuta in febbraio e inizialmente prevista dal 17 al 21 di quel mese, la Volta ao Algarve ha dovuto essere posticipata a maggio a causa della pandemia di Covid-19, e si terrà dal 5 al 9 maggio.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.