Le malattie cardiache colpiscono sempre di più i pazienti più giovani, il che può essere spiegato in parte dall'aumento dei livelli di stress delle persone e da una generale mancanza di tempo libero per prendersi cura del proprio corpo. Tuttavia sono ancora principalmente gli over 65 quelli che vengono ricoverati negli ospedali con sintomi di malattie cardiache.

Inoltre, quando si tratta di malattie cardiache, le donne sono in una posizione migliore rispetto agli uomini: "Le donne hanno la stessa probabilità di sviluppare malattie cardiache degli uomini, ma 10 anni più tardi degli uomini. Tuttavia, questo vantaggio può essere istantaneamente distrutto dall'essere un fumatore", ha detto il medico.

Fattori di rischio per le malattie cardiache

Anche se alcuni pazienti hanno un background genetico che li rende inclini a sviluppare malattie cardiache, questa maggiore probabilità non significa che una persona è certa di soffrirne.

Secondo il Dr. Hugo de Mendonça Café, il 90 per cento delle malattie cardiache è direttamente collegato a fattori di rischio che possiamo cambiare con miglioramenti dello stile di vita. Infatti, "la maggior parte delle malattie cardiache derivano da cattive abitudini", il che significa che anche con o senza predisposizione genetica, tutti dovrebbero adottare i seguenti consigli medici.

Siamo ciò che mangiamo - oggi questo fatto non è in dubbio. Le cattive abitudini alimentari sono una delle cause principali che aumentano i livelli di rischio di malattie cardiache. In termini di cibo, il Dr. Hugo de Mendonça Café suggerisce la dieta mediterranea come quella che ha mostrato i risultati più positivi negli studi sulla nutrizione.

Quando si parla di abitudini malsane, non si parla solo di cibo. Il consumo di alcol o di bevande zuccherate, così come il fumo, devono essere assolutamente evitati.

In poche parole, non esiste un livello sicuro di fumo al giorno: "Una media di due sigarette al giorno è sufficiente per raddoppiare il rischio di infarto in una donna", ha detto il medico.

Per quanto riguarda l'esercizio fisico, il dottor Hugo Mendonça Café dà anche alcune raccomandazioni. Non è una sorpresa per nessuno che l'esercizio fisico è altamente raccomandato, non solo per prevenire problemi di cuore, ma anche per prevenire le malattie in generale e per migliorare l'autostima. Tuttavia, è importante sottolineare che l'eccesso di esercizio porta anche problemi, quindi le persone devono fare attenzione a garantire un equilibrio.

Come sappiamo, essere diabetici e obesi sono anche fattori di rischio per sviluppare problemi cardiaci. In questo senso, il cardiologo chiarisce come dovremmo controllare il nostro peso.

In primo luogo, il Dr. Hugo Mendonça Café suggerisce di controllare la circonferenza addominale: "Sappiamo che il grasso della pancia è un grasso metabolicamente attivo che può aumentare il rischio di problemi di cuore perché aumenta la probabilità di formazione di coaguli".

Ha anche spiegato che l'obesità sana non esiste: "Non esiste un'obesità sana perché essere obesi è sempre un fattore di rischio, che è ancora più grave quando un paziente ha un altro fattore di rischio come il diabete", ha dichiarato.

Tuttavia, nessuno deve pensare che essere magri significhi essere sani: "Ci sono persone molto magre che fumano due pacchetti di sigarette al giorno, il che aumenta i loro fattori di rischio", ha detto.

Diagnosi e trattamento presso HPA Health Group

I sintomi possono essere molto diversi a seconda della malattia cardiaca di cui la persona soffre. Alcuni sintomi possono includere dolore al petto, pressione al petto e disagio al petto, dolore al braccio sinistro e nausea, ecc.

Per diagnosticare i problemi di cuore, i cardiologi dell'HPA Health Group valutano la storia medica completa e possono raccomandare diversi test per scoprire esattamente di cosa soffre il paziente. Avere una buona diagnosi è importante per il medico per sapere quale approccio specifico adottare in seguito. Ecco perché l'HPA Health Group è orgoglioso di avere i migliori laboratori per eseguire una vasta gamma di esami.

In questo momento, "in termini di diagnosi, HPA Health Group ha attualmente un laboratorio Echo certificato dalla European Association of Cardiovascular Imaging, che è l'unico in Algarve. All'HPA siamo riusciti ad avere un alto livello di qualità per i test che facciamo. Siamo in grado di fare quasi tutti i test come: ECG, ecocardiografia, risonanze magnetiche e test da sforzo, ecc".

Per quanto riguarda i trattamenti, HPA Health Group è anche dotato degli approcci più all'avanguardia, come pacemaker, ICD e procedure chirurgiche - sia convenzionali che non invasive.

È a questa filosofia medica che attinge nelle sue consultazioni presso l'HPA Health Group e che lo ha motivato a scrivere il suo libro "50 domande che voglio fare al mio cardiologo", che mira a educare i lettori in modo semplice, e a chiarire le principali domande che i pazienti hanno di solito.